• Google+
  • Commenta
14 ottobre 2006

Aria di cambiamento a Catania

Si apre il nuovo anno accademico 2006-2007 presso l’università di Catania con una novità: è tempo di elezioni ed il nuovo retto
Si apre il nuovo anno accademico 2006-2007 presso l’università di Catania con una novità: è tempo di elezioni ed il nuovo rettore è il professor Recca che ha ottenuto una quantità di voti, notevolmente superiore rispetto ai suoi avversari, pari al 63% sul totale . Nessuno dei tre candidati in competizione ha infatti superato il quorum di 875 voti , la maggioranza assoluta degli aventi diritto al voto richiesta in questa prima tornata elettorale. Si è trattato di una vera e propria campagna elettorale mirata a raccogliere consensi, costruita su conferenze, incontri…ecc. Innanzitutto bisogna precisare che colui che concorre alla carica di Rettore deve assolutamente garantire la propria neutralità politica, ideologica ed istituzionale nell’esercitare le proprie funzioni al fine di mantenere alto in livello di attendibilità e affidabilità. Recca è una figura conosciuta in ambito universitario ed il suo curriculum lo vede prima professore associato poi ordinario in chimica e successivamente occuparsi di materiali molecolari. Dal 1999 al 2005 ha ricoperto la carica di preside della Facoltà di Ingegneria e quindi eletto, il 2 ottobre 2006, nuovo Rettore. Questi dovrà prendere il posto dell’uscente Ferdinando Latteri, per il triennio accademico 2006-2009; il rettore ancora in carica, come è solito fare nel passaggio di ruolo, porge i propri auguri al neo eletto suggerendogli di seguire quel percorso da lui iniziato, finalizzato ad ottimizzare la vita dell’Ateneo e di tutti coloro che ne sono parte integrante. Non si tratta di un compito facile; ci si trova davanti ad un progetto ben articolato e funzionale al livello teorico che però trova inevitabilmente un blocco nella fase della realizzazione per carenze di carattere economico-finanziario. Recca ha dichiarato di prestare fondamentalmente importanza alla figura dello studente e alla realizzazione della sua formazione, creando un apparato adeguato al suo orientamento, seguendo passo passo ogni tappa del suo percorso formativo.

Google+
© Riproduzione Riservata