• Google+
  • Commenta
23 ottobre 2006

Bologna. Niente più file in segreteria. Solo vantaggi?

Anno 2006. Università di Bologna. Le tanto noiose file in segreteria non hanno più senso. Comodamente seduti davanti al proprio computerAnno 2006. Università di Bologna. Le tanto noiose file in segreteria non hanno più senso. Comodamente seduti davanti al proprio computer, tutti gli studenti avranno a disposizione numerosi servizi on-line. Dall’immatricolazione all’autocertificazione, dal servizio convenzioni e tirocini, mediante il quale contattare le aziende per eventuali stage, all’iscrizione agli esami. Ma non finisce qui. Volete presentare domanda per l’Erasmus? Bene. Perché andare in segreteria e perdere due ore per consegnare un modulo? Il portale dell’ateneo bolognese consente anche l’invio via web della domanda Socrates/Erasmus. A tutto questo si aggiunge una casella mail personalizzata dove ogni studente potrà essere aggiornato continuamente su informazioni, scadenze e novità, nonché ricevere materiale didattico dai docenti stessi attraverso il servizio “Supporto didattica”. E per finire persino la compilazione del piano di studi potrà essere effettuata via internet. Servizi on-line che certo sono comuni a molte altre università nel mondo, e che fanno parte di quel processo di informatizzazione della società, per cui un giorno magari anche gli esami e gli stessi corsi si potranno seguire da casa grazie a una webcam e a una connessione internet. Vantaggi? Molti certo. A nessuno farà piacere perdere tempo nelle file. Ma è anche vero che a tutto c’è e ci dovrà essere un limite. Uno studio di un sociologo londinese ha evidenziato come negli ultimi vent’anni siano diminuiti sensibilmente i rapporti di amicizia profonda tra le persone. E l’avvento prepotente di internet negli ultimi dieci anni non è certo una coincidenza di tutto ciò. La tecnologia deve avere lo scopo di aiutare le persone a vivere meglio. Ma se ciò acuisce la solitudine, sarebbe meglio darle una regolata.

Google+
© Riproduzione Riservata