• Google+
  • Commenta
16 ottobre 2006

Influenza aviaria e rischio pandemico

Anche se al momento l’influenza aviaria rappresenta un problema prevalentemente veterinario (pochissimi i casi umani rispetto ai milioni di ucceAnche se al momento l’influenza aviaria rappresenta un problema prevalentemente veterinario (pochissimi i casi umani rispetto ai milioni di uccelli morti), l’attenzione resta comunque molto alta. In tutto il mondo, Italia compresa, le istituzioni stanno lavorando per mettere a punto un piano che permetta di affrontare al meglio un’eventuale pandemia di influenza. Tra le misure previste, non solo un incremento degli sforzi nazionali e internazionali per rafforzare la sorveglianza e i provvedimenti di prevenzione, ma anche lo sviluppo di un vaccino contro il virus pandemico e l’acquisto di milioni di dosi di farmaci antivirali. A tal proposito, giovedì 19 ottobre, alle ore 8.30, presso l’Aula Pocchiari dell’Istituto Superiore di Sanità di Viale Regina Elena, l’Università La Sapienza di Roma organizza un workshop internazionale sull’analisi dell’influenza aviaria, dallo studio del virus in sé, alle strategie di controllo e di limitazione dell’epidemia, per finire poi con l’illustrazione del ruolo dei laboratori scientifici per il contenimento della pandemia. Il workshop avrà un numero massimo di 150 partecipanti e prevede un’iscrizione preventiva. È possibile iscriversi in loco oppure inviando una e-mail agli indirizzi alessia.caratelli@iss.it o grisetti@iss.it.

Google+
© Riproduzione Riservata