• Google+
  • Commenta
24 ottobre 2006

La cooperazione opportunità di sviluppo per la Calabria: chiuso il corso

La cooperazione: un’importante prospettiva di crescita e sviluppo per la Calabria che ha però bisogno di sempre nuove e qualificate figure pr
La cooperazione: un’importante prospettiva di crescita e sviluppo per la Calabria che ha però bisogno di sempre nuove e qualificate figure professionali. Questo quanto emerso durante la giornata conclusiva del corso di alta formazione per la promozione della cooperazione che si è tenuta il 23 ottobre scorso all’Università Magna Græcia con la consegna degli attestati di partecipazione.

Grande il successo per l’iniziativa che ha coinvolto attivamente alcuni laureati dell’Ateneo catanzarese. Un percorso formativo di qualità incentrato sulle innovazioni giuridiche e organizzative delle imprese cooperative che ha pienamente soddisfatto i 24 allievi partecipanti.

L’incontro e lo scambio di esperienze tra mondo universitario e mondo professionale ha permesso, infatti, di rispondere concretamente ai bisogni di formazione avanzata che giungono da un mondo in continua evoluzione come quello della cooperazione.

Il corso, finalizzato ad approfondire i temi riguardanti il funzionamento della cooperazione nel Mezzogiorno, rientra nell’ambito della convenzione siglata nel luglio scorso tra l’Università Magna Græcia e l’Istituto Italiano di Studi Cooperativi "Luigi Luzzatti" di Roma con l’obiettivo di promuovere sul territorio l’alta formazione in un settore strategico come quello della cooperazione.

Il corso si è svolto grazie al  coordinamento scientifico e organizzativo del Dipartimento di Diritto dell’Organizzazione Pubblica, Economia e Società dell’Università Magna Graecia, e all’azione sinergica dei rappresentanti del mondo della cooperazione: Confcooperative, Legacoop, Associazione generale cooperative italiane (AGCI), Unione nazionale cooperative italiane (UNCI).

Sono intervenuti alla cerimonia di chiusura del corso, che si è tenuta presso l’Edificio dell’Area giuridica, economica e delle scienze sociali del Campus di Germaneto, il professor Antonio Viscomi, ordinario di Diritto del Lavoro presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Ateneo catanzarese,  l’ingegner Giorgio Gemelli, presidente Legacoop Calabria,   il dottor Francesco Capocasale, presidente AGCI Calabria, il dottor Ferdinando Veraldi per la Confcooperative Calabria, il dottor Gianfranco Rottura per l’UNCI Calabria.

Un aspetto è stato evidenziato nel corso dei vari interventi: l’importanza del rapporto e del dialogo costruttivo e duraturo nel tempo con l’Università per riuscire ad aprire così nuovi spazi alla cooperazione, formando figure professionali competenti e qualificate, e promuovendo, insieme alla nascita di interessanti iniziative e progetti imprenditoriali,  una nuova identità di cooperazione.

"Il corso sugli aspetti giuridici e sulla riforma che ha investito la cooperazione – ha spiegato la dottoressa Angela Robbe, responsabile regionale area lavoro e promozione della Legacoop Calabria – ha una doppia valenza: da una parte serve per comunicare correttamente la cooperazione e per diffondere l’idea e il principio che sta alla base dell’impresa  cooperativa;  dall’altra ha come obiettivo quello di avvicinare nuove professionalità alla cooperazione e formare profili professionali  di alta qualificazione perché, sempre di più, le imprese cooperative crescono e quindi hanno bisogno di avere al loro interno dei quadri che siano in possesso di competenze tecniche specifiche, come può essere la competenza ad esempio nel diritto del lavoro, e che sappiano coniugare le conoscenze tecniche con quelle tipiche dell’impresa cooperativa. Per questa doppia valenza del corso – ha concluso la dottoressa Robbe – riteniamo necessario e importantissimo il rapporto con l’Università."

Gli allievi che hanno preso parte al corso sono: Giuseppe Cadavero, Ubaldo Comite, Gregorio De Vinci, Giuseppina De Vito, Giacomo Farrelli, Rosanna Federico, Sabrina Gabriele,  Daniela Gentile, Simonetta Giuliani, Ivana Grotteria, Concetta Guerrieri, Fabio IIritano, Genesio Licursi, Maria Paola Lo Duca, Patrizia Mancuso, Elisabetta Masucci, Rita Parentela, Tiziana Pietramala, Mario Tocci, Amelia Traficante, Alessandro Ursino, Mariagrazia Viotti, Maria Vuono, Vitaliano Zinzi.

Google+
© Riproduzione Riservata