• Google+
  • Commenta
18 ottobre 2006

“Nuovo ILO”, progetto tecnologico tra Trieste e gli USA

Sfruttare le potenzialità di utilizzazione della proprietà intellettuale, trasformare le idee in prodotti ed innovazione per superar

Sfruttare le potenzialità di utilizzazione della proprietà intellettuale, trasformare le idee in prodotti ed innovazione per superare vecchie barriere culturali. Il Progetto “Nuovo ILO” (Industrial Liaison Office) verrà presentato giovedì 19 ottobre all’Università di Trieste, nella Scuola Superiore di Lingue Moderne per Interpreti e Traduttori. Alla conferenza interverranno Roberto Cosolini, assessore regionale al lavoro, formazione, università e ricerca, David Bustamante, Public Affairs Officer, Andrea Berti, responsabile scientifico “Nuovo ILO” dell’Università di Padova e Robert Taber della Duke University. Il progetto “Nuovo ILO” si pone l’obiettivo di potenziare le interazioni tra le quattro università coinvolte, Padova, Pavia, Perugia e Trieste ed il mondo della produzione nei territori di riferimento. L’attività prevede due distinte linee d’intervento, in ambito accademico per diffondere la cultura del trasferimento tecnologico mediante iniziative di sensibilizzazione e supporto ai ricercatori ed in ambito industriale per favorire la divulgazione dei risultati delle ricerche e delle potenzialità operative delle strutture universitarie, per mezzo di strumenti e iniziative che rispondano in maniera semplice ed immediata alle esigenze tecnologiche delle aziende. Il progetto vuole creare una rete strutturata di interrelazioni tra università ed imprese, in grado di generare un consistente aumento delle attività di collaborazione fra ricercatori ed imprenditori.

Google+
© Riproduzione Riservata