• Google+
  • Commenta
16 ottobre 2006

Particelle in fuga

Cosa costituisce i getti che hanno origine nelle vicinanze di molti buchi neri che popolano il centro di galassie e quasar? Individuati negli anni Cosa costituisce i getti che hanno origine nelle vicinanze di molti buchi neri che popolano il centro di galassie e quasar? Individuati negli anni 70, questi getti viaggiano a velocità prossime a quelle della luce ma finora non si sapeva con certezza che cosa li costituisse. Particelle di materia, di antimateria o cos’altro? Dopo quasi trent’anni di ricerche la risposta viene ora da un gruppo di ricercatori, gran parte italiani. A dirci di più Gabriele Ghibellini della sede di Brera dell’INAF – Istituto Nazionale di Astrofisica: “I nostri risultati cominciano a indicare una soluzione e cioè che i getti in realtà sono fatti di materia normale, da elettroni e protoni. Potrebbero essere presenti anche piccole quantità di particelle di antimateria. Tuttavia in questi getti particelle e antiparticelle avrebbero una possibilità di incontrarsi minima perché comunque sarebbero disperse, rarefatte. Sarebbe un plasma molto poco denso e quindi gli incontri sarebbero molto poco probabili.” Delusione quindi per chi già immaginava scontri tra materia e antimateria con conseguenti esplosioni di energia. Del gruppo, coordinato da Rita Sambruna, fanno parte anche Annalisa Celotti, Andy Fabian e Fabrizio Tavecchio. Tutti insieme dovranno ora capire come le particelle, prima di superare il limite oltre il quale sarebbero catturate definitivamente dal buco nero, riescano a essere scagliate via a velocità così elevate da arrivare al di fuori della stessa galassia al cui centro si trova il buco nero.

Google+
© Riproduzione Riservata