• Google+
  • Commenta
16 ottobre 2006

Pasolini e la comunicazione

“Pasolini: un giallo puramente intellettuale” è il titolo della conferenza che Giuseppe Zigaina terrà martedì 17 otto“Pasolini: un giallo puramente intellettuale” è il titolo della conferenza che Giuseppe Zigaina terrà martedì 17 ottobre, alle 16, nell’aula 15 di Palazzo Antonini, in via Petracco 8, a Udine. L’incontro, organizzato dalla facoltà di Lettere dell’Università di Udine, sarà introdotto da Alvise Rampini, docente di Sociologia dei processi culturali e comunicativi presso il corso di laurea in Scienze e tecniche del turismo culturale dell’ateneo friulano. Pittore e saggista di grande fama, Giuseppe Zigaina è nato nel 1924 a Cervignano del Friuli (Ud). Nel 1946 ha conosciuto Pasolini e con lui ha stabilito un profondo legame, umano e artistico, proseguito fino alla tragica scomparsa dello scrittore e oltre, con saggi critici dedicati alla sua opera. Nel 1949 Zigaina collabora con 13 disegni al libro di poesie Dov’è la mia patria edito da Academiuta di Casarsa. È Pasolini che nel 1955, in occasione della personale romana del pittore alla Galleria del Pincio, dedica a Zigaina il poemetto “Quadri friulani” poi apparso nel 1957 nella raccolta Le ceneri di Gramsci. Nel 1968 collabora al film di Pasolini “Teorema”; nel 1971 a “Decameron”. È del 1987 il saggio di Zigaina Pasolini e la morte: mito alchimia e semantica del nulla lucente. Nel 1989 pubblica Pasolini tra enigma e profezia, nel 1992 Pasolini e l’abiura e nel 1995 Hostia: trilogia della morte di P.P Pasolini. Nel 1999 esce il pamphlet Pasolini. Un’idea di stile: uno stilo!, opera riassuntiva degli studi su Pasolini, mentre nel 2003 pubblica Pasolini e il suo nuovo teatro, “senza anteprime né prime né repliche”. Giuseppe Zigaina è anche autore dei volumi di racconti autobiografici Verso la laguna, del 1995, e Mio padre e l’ariete, del 2001.

Google+
© Riproduzione Riservata