• Google+
  • Commenta
20 ottobre 2006

Trento: La legge finanziaria dello Stato, che cos’è e com’è

La legge finanziaria è uno strumento oggettivamente complesso, ricco di decisioni di grande impatto economico e sociale. La sfida per tutti &egLa legge finanziaria è uno strumento oggettivamente complesso, ricco di decisioni di grande impatto economico e sociale. La sfida per tutti è riuscire a capire quale sia l’effettivo disegno complessivo del progetto governativo, sia in termini di giustizia distributiva che di prospettive per il futuro della nostra società. In effetti l’entità della manovra annunciata è molto consistente e tale da cambiare più di una “regola del gioco” per i singoli cittadini, per la nostra autonomia, per le imprese, per i servizi e, in prospettiva, per le generazioni che verranno. Il dibattito che ha accompagnato il varo della proposta sicuramente proseguirà a lungo. Se alimentato da ragionamenti e informazioni corrette, questo confronto potrà risultare utile per dare più forza all’esercizio di democrazia che è rappresentato dalla voce dei cittadini.
Ma come farsi un’idea precisa di quello che la legge finanziaria prevede? Per aiutare i cittadini a capire gli scenari che si potrebbero aprire con questo fondamentale strumento politico ed economico, la Facoltà di Economia ripropone un appuntamento che già negli anni scorsi ha suscitato grande interesse. Ritornano infatti il ciclo “La Facoltà di Economia incontra la città”, con il primo appuntamento, dedicato all’analisi della legge finanziaria, fissato per mercoledì 25 ottobre alle 18 nella Sala conferenze della Facoltà (entrata da via Rosmini 44).
Il ciclo di conferenze si pone come obiettivo quello di affrontare temi di stretta attualità e di grande interesse per i cittadini, con un linguaggio semplice e chiaro. Quella sulla finanziaria sarà una riflessione lontana dai tavoli della politica e dalle rivendicazioni di settore degli addetti ai lavori. Punterà piuttosto a chiarire alcuni aspetti della manovra governativa, a mettere in luce i passaggi chiave e a dare voce ai cittadini, che potranno confrontarsi direttamente con gli economisti. Un approccio informale e un invito a “ragionare con la propria testa” che ha premiato anche in altre occasioni. Lo si è visto, ad esempio, in occasione della prima edizione del Festival dell’Economia, che ha riscosso un notevole successo di pubblico.

Google+
© Riproduzione Riservata