• Google+
  • Commenta
20 ottobre 2006

Udine: tecnologie microelettroniche, potenzialità e applicazioni

Illustrare le potenzialità e le applicazioni delle tecnologie micro e nanoelettroniche. È l’obiettivo del corso intensivo di “Microtecnolo

Illustrare le potenzialità e le applicazioni delle tecnologie micro e nanoelettroniche. È l’obiettivo del corso intensivo di “Microtecnologie” organizzato nell’ambito del dottorato internazionale in Ingegneria industriale e dell’informazione e del corso di laurea specialistica dell’Università di Udine, in programma presso il polo scientifico dei Rizzi, in via delle Scienze 208, a Udine, da martedì 24, con inizio alle 8.45 nell’aula 37, a giovedì 26 ottobre. Le lezioni, aperte a tutti gli interessati, saranno tenute dal professor Jurriaan Schmitz, dell’università olandese di Twente. Per dieci anni Schmitz si è occupato di microfabbricazione presso la Phillips Research.

In particolare, durante il corso verrà ripercorsa la storia delle tecnologie microelettroniche e verranno fatti degli esempi di fabbricazione di accelerometri, celle di memoria Flash, circuiti e fotocamere Cmos, diodi Led, micromotori e microspecchi digitali. Una varietà di dispositivi che, assieme ai comuni transistori, consentono alle tecnologie micro e nanoelettroniche di permeare un ampio mercato di applicazioni innovative. Il corso si terrà: martedì 24 ottobre dalle 8.45 alle 10.45 nell’aula 37, dalle 12.45 alle 14.45 nel laboratorio didattico di Elettronica della facoltà di Ingegneria; mercoledì 25 ottobre dalle 12.45 alle 14.45 nel laboratorio didattico di Elettronica e dalle 16.45 alle 18.45 nell’aula 37; giovedì 26 ottobre dalle 8.45 alle 10.45 nel laboratorio didattico di Elettronica.

Google+
© Riproduzione Riservata