• Google+
  • Commenta
14 ottobre 2006

Unimore: il primo master universitario per la ristorazione

L’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, la Fondazione Universitaria Marco Biagi, ADAPT (Associazione per gli Studi Internazio

L’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, la Fondazione Universitaria Marco Biagi, ADAPT (Associazione per gli Studi Internazionali e Comparati sul lavoro e le relazioni industriali) e il Gruppo Cremonini danno vita al primo Master universitario per “Assistant Manager Ristorazione”.

Il Master partirà nel mese di dicembre e la data di scadenza per le iscrizioni alle selezioni è stata fissata per il prossimo 3 novembre, data entro cui i curricula dei candidati dovranno pervenire alla direzione Risorse Umane della Cremonini, S.p.A., all’indirizzo e-mail staffservice@cremonini.com.(rif. Pg 824)

Con tale iniziativa, unica nel suo genere in Italia, il Gruppo Cremonini investe su una figura professionale già sviluppata in altri Paesi del Nord Europa consentendo, con il contributo dell’Università, l’accesso nel mercato del lavoro a 45 giovani laureati, di età compresa tra 24 e 29 anni. Infatti, grazie alla nuova disciplina del contratto di apprendistato riformata dalla Legge Biagi, i giovani ammessi al Master saranno contestualmente assunti dal Gruppo Cremonini con contratto di apprendistato di alta formazione e alla fine del percorso acquisiranno l’attestato di “Assistant Manager Ristorazione”. Una figura professionale che, al termine dell’iter formativo, affiancherà ed assisterà il direttore del locale con incarichi manageriali e gestionali.

“L’Assistant Manager Ristorazione” sarà in grado di ricoprire incarichi di coordinamento di flussi organizzativi chiave per l’azienda e avrà il compito, tra gli altri, di espletare le funzioni del Direttore in sua assenza, presenziare alle attività del locale di ristorazione, assicurare la realizzazione dei processi operativi, gestire l’approvvigionamento delle merci, controllare e verificare il rispetto delle norme igienico-sanitarie e sulla conservazione dei cibi (HACCP), verificare i report giornalieri e, in generale, mantenere la capacità di gestione complessiva delle attività e delle risorse umane del punto vendita.

I 45 apprendisti saranno suddivisi nelle aziende del Gruppo Cremonini attive nel settore ristorazione attraverso tre progetti relativi a diversi segmenti: 15 nella Cremonini S.p.A. (ristorazione a bordo dei treni e nelle stazioni ferroviarie), 15 in Moto S.p.A. (ristorazione autostradale) e 15 in Roadhouse Grill s.r.l. (catena di steakhouse).

I tre progetti consentiranno l’avvio di un percorso integrato tra Università e Azienda che prevede un totale di 1500 ore di formazione. Di queste: 480 ore svolte a cura della Fondazione Marco Biagi – Università di Modena e Reggio Emilia; 550 ore curate dagli esperti del Gruppo Cremonini, verificate e riconosciute dall’Università, e 470 ore di studio individuale.

I giovani saranno supportati durante il percorso formativo-lavorativo da un tutor aziendale e da un tutor universitario e potranno beneficiare di un Piano formativo individuale che delineerà il percorso di qualificazione in base alle esigenze personali di ciascun lavoratore.

I tre progetti di Master, approvati e progettati nel rispetto delle Linee guida indicate dalla Regione Emilia Romagna, potranno essere avviati grazie al finanziamento regionale e aziendale. Essi si collocano infatti nell’ambito delle sperimentazioni regionali del contratto di alto apprendistato, previsto dall’articolo 50 del d.lgs. 276/2003, all’interno della Delibera n. 294 del 2005 (Ulteriori informazioni sull’apprendistato di alta formazione in www.csmb.unimo.it indice AZ voce, Apprendistato).

Cremonini dedicherà il master alla memoria della Prof.ssa Rossella Fabbian.

Google+
© Riproduzione Riservata