• Google+
  • Commenta
23 dicembre 2006

Alla Sapienza la Presentazione della stagione Fie 2007

E se un giorno le lezioni di geografia umana si facessero in alta montagna?
Questo e altri i progetti presentati all’inaugurazione della stagion

E se un giorno le lezioni di geografia umana si facessero in alta montagna?
Questo e altri i progetti presentati all’inaugurazione della stagione 2007 della FIE, la Federazione Italiana Escursioni, che si è svolta lo scorso 15 Dicembre presso la Facoltà di Lettere e Filosofia di Roma dove hanno presenziato in oltre duecento tra studenti ed amatori nonchè personalità accademiche delle Facoltà di Lettere e Sociologia fra le quali il Prof. De Vecchis, il Prof. Enzo Nocifora e la Prof.ssa Flavia Cristaldi.
Anche l’università, come già molti enti pubblici, è da tempo sensibile a temi di attuali quali l’impatto dell’uomo sull’ambiente e l’ecosistema che costituiscono parte integrante di insegnamenti relativamente nuovi come ad esempio la geografia umana, che studia la distribuzione dell’uomo nello spazio e le relazioni tra l’uomo e l’ambiente.
L’ambiente così come lo conosciamo noi non è certamente lo stesso di milioni di anni fa o, senza arrivare agli albori della civiltà umana, di centinaia di anni .
L’uomo interagisce con ciò che gli è intorno e spesso in maniera distruttiva come ci testimoniano i disastri ecologici dei nostri secoli che suonano come disboscamento della foresta amazzonica, esperimenti nucleari e l’inquinamento.
Dalla geografia umana possiamo apprendere come le diverse culture agiscano nel rispetto o meno della natura e del microclima e soprattutto, come vivono in comunione con essa, modalità presente molto più in Oriente che in Occidente dove la fretta e la produttività cittadina lasciano poco tempo a passeggiate in montagna all’aria aperta con una ricaduta di effetti dannosi sull’umore e la salute.
In medium stat virus, dicevano i latini, e come loro anche noi dovremmo riabituarci a vivere in maniera più sana cercando di sfruttare al meglio i margini che la vita odierna ci offre: una passeggiata in un parco vicino l’ufficio durante la pausa di pranzo, due passi a piedi lungo una strada alberata e poco trafficata prima di ritornare a casa, le città seppur difficili da vivere riservano delle oasi verdi pronte ad essere scoperte.
La FIE, con le sue 19 associazioni presenti in tutta Italia, offre svariate soluzioni a chi voglia fare trekking oppure conoscere da vicino alcuni aspetti della natura che si tratti di un corso di micologia o di orientamento notturno in montagna.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy