• Google+
  • Commenta
31 dicembre 2006

Aosta: percorsi sportivi e stili di vita dei giovani

La Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università della Valle d’Aosta – Université de la Vallée d’Aoste organizza perLa Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università della Valle d’Aosta – Université de la Vallée d’Aoste organizza per mercoledì 10 gennaio 2007 alle ore 10.00 la conferenza dal titolo “Percorsi sportivi e stili di vita dei giovani: il caso italiano”.

Interverrà in qualità di relatore Antonio Mussino, professore di Statistica sociale dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”; introduce Anna Maria Pioletti, ricercatore di Geografia dell’Università della Valle d’Aosta. Durante l’incontro si parlerà dell’ evoluzione del sistema sportivo post-moderno a partire dall’analisi dei comportamenti dei giovani. Saranno presentate le dinamiche in atto e come sia possibile misurarle. Il professor Antonio Mussino, sulla base degli studi già effettuati all’interno della Commissione Scientifica della Società Italiana di Statistica, fornirà indicazioni sui parametri che permettono di analizzare i percorsi sportivi e gli stili di vita dei giovani. Tali parametri relativi alle tendenze italiane dell’ultimo decennio saranno affrontati mediante il confronto tra quanto emerge a scala internazionale e i dati ricavati da studi condotti nel corso della pluriennale collaborazione con il C.O.N.I.

Come afferma la dott.ssa Anna Maria Pioletti, coordinatrice dell’iniziativa, “la geografia culturale è una disciplina in costante evoluzione e tra gli oggetti di studio vi è la componente sportiva che qui viene presentata nella sua interazione con l’indagine statistica. L’incontro rappresenta un momento importante di approfondimento e confronto utile anche per analizzare quanto va emergendo a scala locale in materia di comportamenti e stili di vita giovanili”.

L’evento, aperto a tutta la popolazione, si terrà presso la sede dell’Ateneo valdostano in Strada Cappuccini 2A ad Aosta. La partecipazione è libera fino alla capienza massima dell’aula.

Google+
© Riproduzione Riservata