• Google+
  • Commenta
24 dicembre 2006

Dentista in un anno. Scoperta in Serbia-Montenegro la “breve laurea”

Diventare medici dentisti in un anno senza frequentare obbligatoriamente le lezioni. A Novi Sad e a Nis, in Serbia-Montenegro, si può. O me

Diventare medici dentisti in un anno senza frequentare obbligatoriamente le lezioni. A Novi Sad e a Nis, in Serbia-Montenegro, si può. O meglio, si poteva. Bastava passare l’ammissione ai corsi tramite un’oscura società svizzera, con sede a Lugano, e pagare 12.500 euro. I “dentisti viaggiatori” non avevano fatto i conti però con i Nas di Milano. Le numerose (troppe) domande di ricoscimento della laurea in Medicina e stomatologia conseguite nell’ex-Jugoslavia, che continuavano ad affollarsi sulle scrivanie della Direzione generale risorse umane e professione sanitaria del ministero, cominciavano ad diventare sospette. Le richieste sono state tutte bloccate, in attesa di fare luce su una faccenda poco chiara. Gli aspiranti dentisti, tutti provenienti dal Nord Italia, venivano ammessi alle facoltà di Medicina delle università serbo-montenegrine tramite una selezione a Lugano, tenuta da personale jugoslavo. Poi le lezioni, in inglese o serbo, dal sabato al mercoledì a Novi Sad e a Nis, anche se uno dei neodottori, pur difendendo la validità della sua laurea, ammette che non erano obbligatorie. Dopo un anno, l’agognato (e dorato) titolo. Adesso, l’inchiesta di Milano, che dovrà accertare se la “breve laurea” è invece una vera e propria truffa ai danni degli atenei stessi.

Google+
© Riproduzione Riservata