• Google+
  • Commenta
19 dicembre 2006

Facoltà di Lingue e letterature slave: cambiamenti e nuove prospettive

L’Università per sua funzione strutturale risponde alle esigenze culturali degli studenti che hanno, in tal modo l’opportunità di colti L’Università per sua funzione strutturale risponde alle esigenze culturali degli studenti che hanno, in tal modo l’opportunità di coltivare le diverse passioni che sentono dentro di loro.
Gli studenti che hanno un particolare amore per le lingue e letterature slave e che quindi in tutta Italia frequentano le facoltà che si occupano di tale ambito culturale, non sempre sono consci della trasformazione che in questi anni sta subendo tale campo di studio e della variazione di prospettive post-lauream che da esse ne derivano.
La facoltà di “lingue e letterature slave”, la regina per eccellenza tra le facoltà che si occupano di questo ambito culturale, è stata ed è tuttora protagonista di una grande evoluzione, o comunque di un nuovo assetto e quindi di nuove dinamiche interne, in quanto prima, in molti casi serviva soltanto come cultura personale perché per trovare lavoro era quasi del tutto impossibile e quindi tranne in casi rari essa era seguita solo da amatori di tale disciplina. Ma dopo il mutamento degli equilibri internazionali dovuti alla caduta del comunismo, sono cambiati i rapporti tra l’occidente e tutti i paesi che costituivano l’ex Unione Sovietica, oltre a tutte le nazioni che subivano l’azione diretta di quest’ultima. Questi mutamenti hanno fatto sì che ad oggi si assiste ad una forte interrelazione e collaborazione politica ed economica in sempre maggiore espansione frutto, di scambi economici e culturali molto vivaci.
Alcuni analisti nell’ambito economico di alto valore, hanno affermato che presto il mondo finanziario parlerà in russo.
A questi cambiamenti che hanno interessato così delicati equilibri globali, ed hanno così inciso nel tessuto sociale e culturale soprattutto in quelle nazioni; sicuramente non potevano restare indifferenti le facoltà che si occupano della cultura che da quelle aree geografiche si sono sviluppate.
Infatti adesso queste facoltà danno buone possibilità di inserimento nell’ambito lavorativo in quanto, nel mondo del lavoro, si ha sempre più bisogno di persone che siano dotate di una valida conoscenza nel campo slavo.
La lingua e la letteratura che più si studia nella facoltà di “Lingue e letterature slave” è quella russa che è senza dubbio la più rappresentativa. Dotata di un mondo culturale molto variegato al suo interno, che anni di dittatura comunista non è riuscita ad annientare.
Lo studente in queste facoltà si rende immediatamente conto man mano che approfondisce la conoscenza slava che l’universo degli stereotipi di cui sono vittime le nazioni dell’Est non hanno ragion d’essere e quindi decadono completamente. Basti pensare che per molti, il mondo sociale e del sapere russo è chiuso in sé stesso e foriero di pochi risultati utilizzabili per il progresso globale, ed invece ci si accorge che esso è un ponte non solo dal punto di vista geografico ma anche da quello culturale tra la cultura europea e quella asiatica ed infatti, secondo alcuni autorevoli analisti, si può dire che la società slava in generale e quella russa in particolare siano delle società di confine tra quella europea e quella asiatica, grazie anche alle diverse etnie che la compongono.
Quindi se in generale la cultura ed il mondo universitario nel suo insieme ha di per sé la funzione importantissima di far pensare con la propria testa chiunque ad esso si avvicini e sia in grado così di formare persona che sappiano abbattere stereotipi e che abbiano così, menti e coscienze libere da qualsiasi influenza massificatrice. Ancor di più in facoltà delicate come quella di “Lingue e letterature slave” che vedono oggetto di studio nazioni e popoli conosciuti per la maggior parte solo tramite luoghi comuni, l’azione purificatrice del ruolo rivestito dall’università risulta essere addirittura essenziale per un investimento che alimenti la speranza di un futuro migliore.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy