• Google+
  • Commenta
20 dicembre 2006

Inaugurazione delle opere di Jannis Kounellis e di Eliseo Mattiacci presso il campus universitario di Folcara

Nell’ambito delle iniziative volte a incrementare nelle aree delle facoltà universitarie di Cassino la presenza di importanti testimonianz Nell’ambito delle iniziative volte a incrementare nelle aree delle facoltà universitarie di Cassino la presenza di importanti testimonianze di arte contemporanea di Maestri della seconda metà del XX secolo, mercoledì 20 dicembre alle ore 12,00 saranno inaugurate le opere di Jannis Kounellis e di Eliseo Mattiacci, specificamente concepite per le aree adiacenti e antistanti l’edificio delle Facoltà di Economia e di Giurisprudenza nel campus universitario in località Folcara. Il significativo avvenimento, fa seguito al progetto d’intervento artistico nelle aree urbane scaturito dalle riflessioni compiute durante il Convegno d’arte tenutosi nel maggio 2001 nella Facoltà di Ingegneria, dal titolo "Inonia, quali città d’arte a venire?", a cura del prof. Bruno Corà, docente di Storia dell’arte contemporanea presso la Facoltà di Lettere e Filosofia, e segna un ulteriore incisivo passo in avanti nell’obiettivo di dotare la città e gli spazi di studio dell’Università di rilevanti presenze della creazione artistica contemporanea di livello internazionale. Le due importanti opere, concepite e realizzate a scala urbana in collaborazione e con il contributo dell’Associazione Longo, si vanno ad aggiungere a quelle già esistenti di Sol Lewitt, Bizhan Bassiri, Vittorio Messina, Renato Ranaldi, Antonio Gatto, Klaus Münch e di altri artisti istallate in permanenza in altre sedi dell’Università. Mentre l’arcaica forma del Pozzo, 2006 di Kounellis, a base di catrame e pietre, sottolinea, con una morfologia propria del respiro migliore del grande artista italo-greco, il valore della memoria nella vita individuale e collettiva (pozzo come metafora della profonda interiorità, da cui attingere ogni energia e valore), la grande antenna di Mattiacci, con il poderoso sistema di sostegno ternario solleva e innalza sul capo dei passanti la forma sferica quale emblema dell’unità e integrità della forma solida platonica armoniosa. Nei due movimenti antinomici verso il profondo e verso l’alto, si evidenziano altresì le tensioni plastiche di due magistrali protagonisti della scena artistica contemporanea e di un’intera generazione. Le due opere saranno inaugurate alla presenza del Rettore Magnifico prof. Paolo Vigo, del prorettore vicario prof. Paolo De Polis, del prof. Oronzo Pecere, promotore dell’iniziativa, dei rappresentanti dell’Associazione Longo, coordinatori e sostenitori dell’iniziativa, e degli stessi artisti Kounellis e Mattiacci. Il prof. Bruno Corà, curatore scientifico incaricato del progetto, inquadrerà nel percorso artistico dei due maestri il significato delle due installazioni.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy