• Google+
  • Commenta
23 dicembre 2006

LISA-SAM, il simulatore

Si chiama LISA-SAM (Laboratorio Italiano di Simulazione Ambienti – Simulatore dell’Ambiente Marziano) e a vederlo sembra un grosso cilindro con cop
Si chiama LISA-SAM (Laboratorio Italiano di Simulazione Ambienti – Simulatore dell’Ambiente Marziano) e a vederlo sembra un grosso cilindro con coperchio. In realtà è un simulatore di ambienti planetari realizzato dall’Università di Padova con la collaborazione del Dipartimento di Ingegneria Meccanica, il Centro Studi e Attività Spaziali (CISAS) e l’INAF –Istituto Nazionale di Astrofisica.. LISA è il primo apparato italiano in grado di riprodurre al suo interno condizioni di temperatura e atmosfera estreme, non realizzabili nei comuni laboratori. In primo luogo permetterà di simulare le condizioni presenti sulla superficie di Marte, ma sarà anche a disposizione di tutti quei gruppi di ricerca che ne faranno richiesta per svolgere studi di geologia e biologia. Interessante la possibilità di poter effettuare esperimenti medici per lo studio sugli effetti delle radiazioni ultraviolette quali agenti cancerogeni legati allo sviluppo del melanoma. Altrettanto interessante, per non dire sorprendente, anche il costo delle simulazioni: per riprodurre l’ambiente marziano, ad esempio, basteranno circa 250 euro a settimana.

Google+
© Riproduzione Riservata