• Google+
  • Commenta
18 dicembre 2006

Università di Siena e Unicef per una nuova scuola in Angola

“Andare a scuola costituisce un diritto, costruire una scuola consente di realizzarlo.”
Questo è in perfetta sintesi ciò che anima il progetto che ve“Andare a scuola costituisce un diritto, costruire una scuola consente di realizzarlo.”
Questo è in perfetta sintesi ciò che anima il progetto che vede coinvolto in prima persona il Comitato Provinciale per l’Unicef di Siena, guidato dalla Professoressa Maria Mansueto, insieme all’Università degli Studi di Siena; progetto che consiste proprio nel costruire una scuola in uno di quei luoghi del pianeta in cui se ne sente maggiormente la necessità: nell’Africa centrale, in Angola.
Perché, come si può leggere all’interno del comunicato che raccoglie fini e strumenti della lodevole iniziativa, “costruire una scuola può essere… il primo passo di un progetto di più lunga durata, che presuppone prima un ampio coinvolgimento della collettività educativa in merito ai problemi che concernano l’istruzione, quindi una riflessione mirata su di essi a cui fa seguito una vera e propria presa di coscienza.”
In altri parole, la Professoressa Mansueto ci ricorda come ignoranza e povertà siano strettamente connesse tra loro, e come purtroppo da secoli ed anzi millenni, spesso l’una sia causa principale dell’accentuarsi dell’altra, attraverso un meccanismo tanto perverso quanto difficile –ahimè- da spezzare.
Ecco il motivo per cui viene riposta tanta fiducia e speranza nell’educazione dei giovani, soprattutto in quei paesi dove ancora oggi nel 2006 la miseria e la fame regnano sovrane, alla faccia della tanto decantata “globalizzazione”.
L’Università di Siena si fa promotrice di questo progetto, sia consentendo la vendita dei prodotti dell’Unicef presso l’Unisishop dell’Ateneo, sia supportando la campagna di raccolta fondi “dona un’ora di stipendio per costruire una scuola in Angola”, rivolta a dipendenti e docenti.
Sono infatti chiamati a contribuire per primi all’iniziativa proprio i Professori e tutto il personale dipendente dell’Università stessa, attraverso una donazione equivalente ad un’ora di stipendio, che verrà trattenuta direttamente dalla busta paga di chi autorizzerà l’Amministrazione, mediante la sottoscrizione di un apposito modulo.
Per saperne di più, vi consiglio di visitare la pagina on line predisposta sul sito dell’Università di Siena, dove sono presenti (in ben tre formati elettronici: Word, Rich Text e Adobe Pdf) sia il comunicato, sia il modulo di adesione al programma.
L’indirizzo è il seguente:
http://www.unisi.it/angola/

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy