• Google+
  • Commenta
5 gennaio 2007

Anche i bambini alla Sapienza

Chi l’ha detto che l’università è un luogo riservato agli adulti? Perché non aprirne le porte anche ai bambini, almenChi l’ha detto che l’università è un luogo riservato agli adulti? Perché non aprirne le porte anche ai bambini, almeno in occasioni speciali? E’ quello che hanno pensato alla Sapienza di Roma, con un’iniziativa originale e simpatica, pensata proprio per i bambini e, quindi, anche per le loro mamme. Sabato 6 gennaio, che come tutti sappiamo è il giorno della Befana, nell’aula magna di Piazzale Aldo Moro 5, alle ore 16 sarà appesa una bella “calza”, piena di meraviglie. In particolare nella “calza” i bambini troveranno la proiezione di due film. “Azur e Asmar”, di Michel Ocelot, la storia di due bambini cresciuti come fratelli da una balia che racconta loro storie fantastiche; un giorno i due fratellastri vengono separati dalla cattiveria del principe, padre di Azur; una volta cresciuto, Asmar tornerà in Oriente per cercare il fratello e i cari perduti e per salvare la principessa dei racconti fantastici della balia. Una storia di leggende, pervasa però dalla realtà di sentimenti veri. Il secondo film in proiezione sarà “La gang del bosco” di Tim Johnson: è la storia di una timida tartaruga di nome Verne e del procione R.J. che con altri animali si accorgono che la periferia della grande città sta avanzando verso il bosco e, superando una siepe, ci si ritrova già tra immondizia e scarti tecnologici. Un racconto tenero ma allo stesso tempo importante, in grado di far riflettere su grandi temi, come l’ecologia. La Sapienza si rende così educatrice per un giorno anche dei più piccoli, rendendo la festa dell’Epifania un’allegra occasione di incontro tra generazioni diverse.

Google+
© Riproduzione Riservata