• Google+
  • Commenta
5 gennaio 2007

Federico II: il programma di un anno in musica

Se anche nel 2007 si riconfermerà la tendenza apparsa con evidenza nel corso dell’anno passato, allora potranno essere davvero numerosi gSe anche nel 2007 si riconfermerà la tendenza apparsa con evidenza nel corso dell’anno passato, allora potranno essere davvero numerosi gli eventi che vedranno come protagonista l’Università degli Studi di Napoli Federico II. E a giudicare dalle iniziative che si preparano per i mesi a venire…beh, la suddetta tendenza sembra proprio riconfermarsi! Basti pensare al programma della serie di “Concerti dell’Università”, di recente consultabile in rete ( www.unina.it ): un cartellone ricco e davvero interessante per chi vuole approfondire la conoscenza di una musica lontana da quella più commerciale e dunque più diffusa. La direzione del programma è di Michele Campanella, del Centro per la cultura musicale istituito proprio dall’ateneo federiciano. Sarà così possibile per gli studenti avere la possibilità di ascoltare a prezzi d’eccezione concerti che altrimenti probabilmente da parte di molti non sarebbero neanche presi in considerazione: e così il -23 gennaio si aprira la stagione con “Festino nella sera del Giovedì Grasso” di Adriano Banchieri, interpretato dal Coro Ars Cantica di Milano. Il 30 gennaio sarà invece possibile ascoltare il concerto di oboe e pianoforte, in cui Schellenberger e Michele Campanella eseguiranno brani di Schumann e Saint-Saens. Ancora, poi, il 6 febbraio ci sarà l’esibizione di Maurizio Zanini, pianista di fama mondiale, che interpreterà brani per pianoforte di Robert Schumann. Il 13 febbraio sarà invece possibile ascoltare il Goldner Quartet, quartetto australiano di strumenti a corda, impegnato in opere di Prokoviev e Janacek. Il 27 febbraio si tornerà sulle dolci armonie di Schumann, con il giovanissimo pianista Roberto Plano, di fama internazionale e tra l’altro vincitore del premio pianistico Cleveland International Piano Competition nel 2001. Il 6 marzo, una selezione di opere di Ravel sarà suonata dal Trio di Parma ( violino, violncello e pianoforte). Il 13 marzo l’Orchestra d’archi dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese si esibirà in diversi brani di Bucchi, Respighi e Barber compositori moderni, quasi contemporanei. Il 20 marzo sarà possibile ascoltare un genere completamente diverso, con lo spettaocolo di tango argentino “Danzarin”, cui parteciperanno il Quintetto Ventaron e Pablo Mainetti ( suonatore di bandoneon, una sorta di fisarmonica tipica del tango argentino) accompagnati da due ballerini. Il 27 marzo ancora un concerto di pianoforte, con Monica Leone, grande esecutrice diplomata al conservatorio di Napoli San Pietro a Majella, che si concentrerà su pezzi di Bach. Il 3 aprile si concluderà la stagione concertistica con un altro pianoforte d’eccezione: quello di Stefania Cafaro. Tutti i concerti si svolgeranno nella Chiesa dei Santi Marcellino e Festo, nel complesso universitario sito in Largo San Marcellino. I biglietti si potranno acquistare di volta in volta presso l’Ufficio Economato dell’Ateneo ( Corso Umberto I) e costeranno 4 euro per gli studenti, 10 per i docenti e per il personale dell’università e 18 per gli esterni. Ma sarà possibile anche acquistare abbonamenti per l’intero ciclo di concerti. Dati i prezzi, ancora una volta è evidente l’occhio di riguardo nei confronti degli studenti, veri destinatari di questa interessante iniziativa.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy