• Google+
  • Commenta
8 gennaio 2007

Il meglio del 2006

Non c’è che dire, il 2006, tra lanci, scoperte e stravolgimenti è stato sicuramente un anno da ricordare. Si comincia a gennaio, qNon c’è che dire, il 2006, tra lanci, scoperte e stravolgimenti è stato sicuramente un anno da ricordare. Si comincia a gennaio, quando giungono in Italia i primi grani di polvere della cometa Wild 2 . A catturarli è stata la sonda Stardust, utilizzando un raccoglitore simile a una racchetta da tennis, rivestita di aerogel, un materiale capace di intrappolare, senza sporcarle, particelle piccole poche millesimi di millimetro. Gli italiani dell’Università Parthenope di Napoli e dell’INAF –Istituto Nazionale di Astrofisica si mettono al lavoro e in pochi mesi raggiungeranno risultati importanti. A luglio torna in volo lo shuttle Discovery, non senza preoccupazioni. Nel 2003 un pezzo di schiuma del rivestimento del serbatoio colpì un’ala dello shuttle Columbia, che esplose poi in volo durante la fase di rientro. Questa volta tutto è andato bene, o quasi. Nonostante i controlli e le innumerevoli precauzioni, alcuni pezzi di schiuma si sono comunque staccati, a voler ribadire come queste navette siano ormai vecchie e destinate alla pensione nel giro di pochi anni. Il 24 agosto sarà invece ricordato per aver stravolto i libri di Scienza. L’Unione Astronomica Internazionale ha infatti stabilito che Plutone non merita il titolo di pianeta ma va considerato solo come uno tra le migliaia di corpi rocciosi che si trovano oltre Nettuno, nella cosiddetta fascia di Kuiper. I pianeti del sistema solare scendono così da nove ad otto, non senza polemiche tra i più tradizionalisti. Dicembre si apre invece con le immagini ottenute dalla sonda Mars Global Surveyor, in orbita attorno a Marte. Una scia biancastra in un cratere, forse dovuta ai sedimenti lasciati dallo scorrere di un rivolo d’acqua liquida emersa in superficie, discesa lungo il declivio, e ghiacciata subito dopo. Una prova forte della presunta presenza di acqua liquida nascosta nel sottosuolo marziano. E infine, sempre a dicembre, ecco chiudersi il cerchio di questo intenso 2006 con la pubblicazione dei risultati delle analisi sui grani di polvere della cometa Wild 2. I nostri ricercatori confermano che i grani contengono composti organici che in determinate condizioni possono diventare gli ingredienti di cui sono composte le molecole alla base della vita. Una notizia che ci rende ancora più curiosi di sapere quali novità ci porterà il 2007 astronomico che ci attende.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy