• Google+
  • Commenta
11 gennaio 2007

La Piemonte Orientale capofila di quattro “PRIN” nazionali

L’Università degli Studi del Piemonte Orientale “Amedeo Avogadro” conferma ancora una volta il suo ruolo di preponderante rilievo nel campo d
L’Università degli Studi del Piemonte Orientale “Amedeo Avogadro” conferma ancora una volta il suo ruolo di preponderante rilievo nel campo della ricerca scientifica: l’ateneo ha infatti presentato come capofila ben quattro Programmi di Ricerca di Interesse Nazionale (PRIN), che hanno ottenuto il cofinanziamento da parte del Ministero dell’Università e della Ricerca, secondo il decreto ministeriale del 28 dicembre che ha reso noti i risultati.
I progetti sono i seguenti: per l’area Scienze Mediche, unità di Novara, “Eritropoiesi normale e patologica: caratterizzazione molecolare mediante tecnologie avanzate a resa elevata“, coordinatrice nazionale Prof.ssa Irma Dianzani; per l’area Scienze Chimiche, unità di Alessandria, “Progettazione e sintesi di silsequiossiani poliedrici multifunzionali per compisiti polimerici innovativi termicamente stabili”, coordinatore nazionale Prof. Leonardo Marchese; per l’area Scienze Matematiche e Informatiche, unità di Alessandria, “Sintesi automatica di modelli astratti a partire da dati temporali o spaziali”, coordinatrice nazionale Prof. Lorenza Saitta; per l’area Scienze Biologiche, unità di Alessandria, “ Sviluppo di un sistema integrato di risposte bio-molecolari per lo studio dell’adattamento di Dictyostelium Discoideum a condizioni di stress ambientali”, coordinatore nazionale prof. Aldo Viarengo.

Google+
© Riproduzione Riservata