• Google+
  • Commenta
11 gennaio 2007

Laurearsi? basta un clic!

Le innumerevoli peripezie di Leonardo Di Caprio nel film “ Prova a prendermi ”, che lo vedeva interpretare un imbroglione-gentiluomo

Le innumerevoli peripezie di Leonardo Di Caprio nel film “ Prova a prendermi ”, che lo vedeva interpretare un imbroglione-gentiluomo, avranno fatto gola a molti tanto da assumere l’attore come modello da emulare. Assegni bancari e titoli di studio contraffatti a regola d’arte erano per il buon Di Caprio normale amministrazione, ma quella era solo finzione. Chi avrebbe mai immaginato di sentir parlare di finte lauree o pensato di poter acquistare titoli di studio attraverso la rete Internet? Beh, sembra buffo ammetterlo ma è tutto vero, oggi basta un clic del mouse e qualche centinaia di euro per poter aggiungere al proprio nome il titolo di dottore. Su Google è possibile scegliere la laurea più economica tra una lista che comprende decine di opzioni differenti. “Tutto senza alcun impegno di studio” è lo slogan del sito www.instantdegrees.com che consente di acquistare con soli 110 dollari una laurea, scegliendo a proprio piacere corso di studio e argomento della tesi. La lode ovviamente è inclusa nel prezzo, tuttavia il foglio di carta che si acquista vale meno di niente: solo la soddisfazione di essere chiamati dottore, e la cosa non dispiace, come sottolinea Andrew K: “Da quando posso mettere Dr. invece che Mr davanti al mio nome sul passaporto – dice il testimonial del sito – mi accorgo che tutti mi trattano più cortesemente ”. Altre “ universities” come la Berkley University hanno invece prezzi più salati. Quest’ultima oltre ad avere una “e” in meno rispetto alla vera Berkeley University, chiede 2.550 dollari per una laurea, 3.000 per un dottorato, e 5.000 per un master. Ma non finisce qui! Con un po’ di pazienza su Internet è possibile trovare davvero tutto: non solo vere lauree di finte Università, ma anche finti certificati di laurea di vere Università, come sul sito bestkakedicpolma.com, che consente di acquistare con meno di 300 euro una laurea alla Bocconi di Milano o alla Luiss di Roma. Poi per gli studenti particolarmente “ volenterosi ” esistono le simil-lauree, che richiedono lo sforzo di madare via e-mail almeno una tesina e sostenere una prova finale. Esempio vivente di ciò sono Anna Falchi e Stefano Ricucci, “laureatisi” rispettivamente in Lettere e in Economia presso l’European Institute of Technology, con sede a San Marino. Ma come sottolinea lo statuto dell’ ateneo le lauree di questo tipo non hanno nulla a che vedere con quelle delle regolari Università italiane, però a differenza delle Università registrate come associazioni culturali col nome di “University”, che non possono rilasciare titoli con votazione, con i certificati rilasciati si può accedere a corsi post laurea di alcune Università statali europee.
…Sembrerebbe tutto molto conveniente se non fosse prevista una multa di circa 1.500 euro e una pena che và dai sei ai tre anni di carcere, per chi dovesse utilizzare il finto titolo nei concorsi di Stato o per esercitare una professione!

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy