• Google+
  • Commenta
12 gennaio 2007

Michele Placido: ospite all’Unisa

In data odierna si è tenuta, prima nell’Aula Magna dell’Università degli Studi di Salerno e successivamente nel pomeriggio, presso

In data odierna si è tenuta, prima nell’Aula Magna dell’Università degli Studi di Salerno e successivamente nel pomeriggio, presso il comune di Baronissi, la manifestazione Filmidea, giunta alla sua quarta edizione, scandita da un ospite illustre quale: Michele Placido. All’evento, una calorosa presenza di pubblico e televisioni locali.
Questa è stata, fino ad ora, l’ edizione più lunga e ricca di avvenimenti. Per la prima volta l’Unisa, con l’intento di ottemperare all’esigenza di uno spazio adeguato all’evento, sia per dimensioni che per prestigio, ha deciso di destinare l’ imponente Aula Magna a tutti gli incontri in programma dei prossimi mesi. Tra l’ottobre del 2005 e il marzo del 2006, infatti, il campus di Fisciano ha ospitato Franco Battiato, Giuseppe Tornatore, Ennio Morricone, Ettore Scola, e molti altri nomi illustri del panorama artistico italiano famoso in tutto il mondo.
La maturata sensibilità dell’istituzione accademica salernitana, la fama dei protagonisti che hanno preso parte all’evento, ed una inaspettata affluenza di pubblico fanno finalmente di Filmidea un evento di grande qualità non solo per l’Università, ma per tutta la provincia di Salerno.
L’attore, ha anche ricevuto domande quali: “Sig. Placido, cosa pensa del cinema italiano messo a confronto con il cinema Hollywoodiano?”
La risposta dell’artista è stata chiara e lineare: “Il problema mio caro amico, è questo, ti espongo brevemente la storia: il cinema italiano, non ha i mezzi che possiede invece il cinema americano, e inoltre posso dirti, che in America non doppiano i nostri film, quindi è anche questo che rende l’america più potente nell’industria del cinema. Noi doppiamo i loro film ma loro, non doppiano i nostri e per questo chiunque andrebbe a vedere un nostro film, non capirebbe nulla. Questa è la differenza, ma ti dico anche che tutti i grandi del cinema statunitense, quali, De Niro, Stallone, Scorsese, Ford Coppola e Al Pacino, hanno il sangue italiano, ma soprattutto, il sangue meridionale che scorre nelle vene, questo prova che l’Italia nel settore cinematografico è sempre stata e rimane costante in vetta, come lo è stato l’ultimo film di Muccino negli U.S.A. che al botteghino ha trionfato su tutti”!
La risposta ha suscitato l’applauso del pubblico, per poi passare ad un’altra domanda: “Sig. Placido, cosa si sente di consigliare ai giovani cinematografici che decidono di intraprendere questa carriera?”
Qui l’attore ha risposto ancora una volta in modo semplice: “Vedi caro Francesco, quello che l’Italia non ha mai pensato è quello di creare un’ industria riguardante il cinema molto più forte, arricchendola in tecnologia e in economia, perché come molti di noi in quest’aula sapranno, le qualità ci sono, ma non vengono sfruttate a dovere, come invece succede nella gastronomia, nella moda. Basterebbe solo utilizzarle in un modo migliore per riportare la Gloria al cinema italiano”! Alla fine della manifestazione Placido ha salutato affettuosamente il pubblico, con affetto, lasciando così uno spiraglio di sole in una giornata completamente annerita dalle nuvole.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy