• Google+
  • Commenta
2 gennaio 2007

Milano: PoliCredit Card agli studenti del Politecnico

I corsi di laurea sono diventati sempre più una corsa contro il tempo al fine di raggiungere gli agognati crediti formativi. Quando peròI corsi di laurea sono diventati sempre più una corsa contro il tempo al fine di raggiungere gli agognati crediti formativi. Quando però i “famosi” CFU (crediti formativi, appunto) danno diritto magari a qualche premio, la questione diventa più stimolante e meno burocraticamente noiosa. E’ quello che sta succedendo al Politecnico di Milano, l’università scientifico-tecnologica per la formazione di ingeneri, architetti e disegnatori industriali, che ha inaugurato il progetto della PoliCredit Card, in collaborazione con la Banca Popolare di Sondrio e “Carta sì”, destinata a tutti gli studenti dell’ateneo milanese. Cosa c’entrano allora questi benedetti crediti formativi? C’entrano eccome, visto che è necessario averne totalizzati almeno 60 per poter richiedere la carta di credito a misura di studente universitario. Sono tre le linee di credito della PoliCredit Card: la prima consente il pagamento degli acquisti presso gli esercizi commerciali convenzionati con i circuiti Visa/Mastercard e il prelievo contanti; la seconda permette di pagare via internet le tasse universitarie, tramite l’area riservata agli studenti sul sito del Politecnico; la terza, infine, concede a tutti i laureati, entro sei mesi dal conseguimento della laurea, la possibilità di accedere al prestito “Premio alla laurea” per un importo massimo di 8.000 euro. Certo che i noiosi crediti formativi assumono così tutto un altro aspetto

Google+
© Riproduzione Riservata