• Google+
  • Commenta
23 gennaio 2007

Teramo: L’appetito vien mangiando

Comunicare è un arte, ma che succede quando questo talento si fonde con gli aspetti più goderecci della vita tanto da divenire m

Comunicare è un arte, ma che succede quando questo talento si fonde con gli aspetti più goderecci della vita tanto da divenire materia di studio?
E’ questo l’obiettivo del master di perfezionamento in scienze, cultura e comunicazione delle produzioni enogastronomiche che partirà in primavera presso la facoltà di Agraria dell’Università di Teramo.

Nato da una convenzione tra l’Accademia italiana della Cucina, l’Accademia della Vite e del Vino e patrocinato dall’Ordine dei giornalisti d’Abruzzo, il master è rivolto a tutti i laureati di primo e secondo livello che vogliano acquisire delle competenze in merito alla promozione e comunicazione della cultura culinaria.

Tre le macroaree previste (storico culturale, produzioni e tecnologie alimentari e comunicazione pubblicitaria) per un totale di 100 ore di aula e 200 ore di tirocinio che formeranno personale che troverà uno sbocco professionale in enti di promozione territoriale, studi e uffici di promozione di associazioni di categoria, organizzazioni fieristiche e giornalismo gastronomico.

L’impegno previsto è di due giornate lavorative (12-16 ore), la frequenza è obbligatoria e il prezzo del master è di euro 1.600,00 da pagare in due rate.

Le domande dovranno essere inviate entro il 10 Febbraio, il coordinatore del corso è la Prof.ssa Paola Pittia del Dipartimento di Scienze degli Alimenti, tel. 0861 266895 email ppittia@unite.it.
Maggiori informazioni sono disponibili sul sito dell’Ateneo di Teramo www.unite.it seguendo il percorso studenti, post-laurea della facoltà di agraria.

Google+
© Riproduzione Riservata