• Google+
  • Commenta
11 gennaio 2007

Uni Kore di Enna: Ponte per la cultura euro-mediterranea

«La Kore può unire tutte le università del bacino del Mediterraneo per costituire un ponte della cultura euromediterranea e diventar

«La Kore può unire tutte le università del bacino del Mediterraneo per costituire un ponte della cultura euromediterranea e diventare punto di incontro e di confronto tra persone, religioni, idee e conoscenze», lo ha affermato il prof. Diego Medina Morales, docente della Kore e ordinario di Filosofia del diritto a Córdoba (Spagna). « Su questa filosofia – ha continuato Morales – bisogna rafforzare, dunque, gli scambi tra docenti, studenti, ricercatori e realizzare eventi per lo studio e la discussione dei temi che riguardano l’Europa, il tutto sempre all’insegna dei principi della tolleranza». L’alto numero di docenti stranieri che insegnano presso l’ateneo ennese, provenienti da università mediterranee ed europee come quelle di Cordóba, Malta, Roskilde (Danimarca), Parigi, e i numerosi accordi di collaborazione e di scambi culturali promossi con università e istituzioni tunisine, egiziane, romene, cipriote e anche con la Northwest University di Xian (Cina), testimoniano il fermento dell’Università Kore di Enna. Il processo di internazionalizzazione dell’ateneo, avviato l’anno scorso, prosegue con successo e in maniera spedita. La Kore, infatti, fa parte anche del Compostela Group of University (C.G.U.), fondato nel 1995 su iniziativa dell’Università di Santiago de Compostela (Spagna) per riunire le università interessate alla cooperazione per preservare ed evidenziare il valore del loro comune patrimonio culturale. Attualmente, con 73 membri, il principale obiettivo del Compostela Group è quello di incoraggiare la cooperazione e di promuovere il dialogo in tutti i settori dell’istruzione universitaria.

Google+
© Riproduzione Riservata