• Google+
  • Commenta
31 gennaio 2007

Università di Verona:”Senti che notizia”

Il 25 gennaio scorso si è tenuta la presentazione del nuovo servizio offerto agli studenti dell’Università di Verona. Si tratta della
Il 25 gennaio scorso si è tenuta la presentazione del nuovo servizio offerto agli studenti dell’Università di Verona. Si tratta della possibilità di consultare il giornale attraverso un software di lettura automatica ad interazione vocale.
Dalla lettura si passa all’ascolto, perché a leggere gli articoli sarà il computer, con il quale lo studente potrà interagire e dialogare scegliendo le notizie semplicemente usando la propria voce.
La presentazione dell’iniziativa, promossa dal Consorzio per gli Studi Universitari in Verona e sviluppato dall’azienda Dreams & Co, ha avuto luogo nella sede della sezione provinciale dell’Unione italiana ciechi, in via Trainotti, 1 a Verona. All’incontro hanno preso parte il presidente del Consorzio per gli Studi Universitari in Verona, Alberto Fenzi, l’amministratore delegato di Dreams & Co, Mirco Moschini, autore della tecnologia che gestisce i dialoghi interattivi, e Franco Zamboni, direttore Information Technology del Gruppo Athesis. È stata mostrata agli intervenuti una simulazione di consultazione vocale del giornale, mostrando l’affabilità del software realizzato grazie alla collaborazione di un gruppo di non vedenti e rivolto a persone diversamente abili ed anziani. Attraverso il servizio è già possibile consultare le pagine on-line di quotidiani nazionali quali «Il corriere della sera», «La Repubblica» e «La gazzetta dello sport».

Google+
© Riproduzione Riservata