• Google+
  • Commenta
21 febbraio 2007

Arti visive contemporanee: al via a Gorizia il Master Dams

Mancano pochi giorni alla scadenza dei termini per iscriversi al Master di I livello in Ideazione, allestimento e conservazione delle arti visive co
Mancano pochi giorni alla scadenza dei termini per iscriversi al Master di I livello in Ideazione, allestimento e conservazione delle arti visive contemporanee (IACC) che sarà attivato dall’Università di Udine attraverso il corso di laurea Dams di Gorizia, in collaborazione con il Centro d’Arte Contemporanea di Villa Manin e l’Asac della Biennale di Venezia. La domanda di ammissione, scaricabile dal sito http://www.uniud.it/didattica/post_laurea /master/primo/iacc_06_07/Da_IACC_06_07.pdf, va presentata entro venerdì 23 febbraio alla Ripartizione Didattica-Sezione servizi agli studenti e ai laureati, via Mantica 3, 33100 Udine, tel. 0432/556680. Il Master, diretto dai docenti Leonardo Quaresima e Cosetta Saba, intende rispondere alle nuove necessità che la conservazione, il restauro e l’allestimento delle opere d’arte contemporanea impongono alle istituzioni e agli enti che operano in questo settore. Prevede un massimo di 20 iscritti, avrà durata annuale e un valore di 60 crediti formativi. Obiettivo del Master è formare un gruppo di esperti nel settore dell’arte contemporanea pronti ad operare in musei, “festival” ed enti culturali come specialisti della mediazione tra i tradizionali ruoli professionali dell’arte e l’utenza finale. I corsisti, attraverso lezioni teoriche, attività laboratoriali, incontri con artisti, curatori e restauratori, acquisiranno competenze riguardanti la progettazione e l’attuazione di nuove modalità di presentazioni e allestimento dell’opera d’arte contemporanea, la pianificazione e la realizzazione di strategie di preservazione, la definizione di iniziative di comunicazione e promozione nelle diverse forme di offerta culturale. Lunedì 26 febbraio alle 10, nella sede Dams in Piazza Vittoria 41, è prevista una prova di ammissione che avrà carattere orientativo -motivazionale, mentre l’attività didattica e formativa avrà inizio il 28 febbraio.

Tra i docenti che svolgeranno l’attività didattica e seminariale spiccano importanti nomi del panorama internazionale, come Philippe Dubois (Università Paris III-Sorbonne Nouvelle), uno dei maggiori protagonisti a livello europeo nel campo degli studi sul cinema, Philippe -Alain Michaud e Raymond Bellour (Paris III-Sorbonne Nouvelle), Jay David Bolter (Georgia Institute of Technology), Francesco Bonami (Museum of Contemporary Art -Chicago, Centro d’arte contemporanea Villa Manin), Giorgio Busetto (Asac-La Biennale di Venezia), Elena Volpato (Galleria d’arte contemporanea -Torino). L’esposizione di videoarte “art/tapes/22: percorsi. Estratti da un’esposizione (mostra itinerante Venezia Roma Milano Napoli)”, organizzata dal Dams a Gradisca d’Isonzo nella Galleria Regionale d’Arte Contemporanea “Spazzapan”, e la tavola rotonda “Arti visive contemporanee: affinché sia possibile una storia delle immagini tecnologiche. Conservazione, restauro e riattualizzazione” rappresentano un esempio delle possibilità offerte da questa area disciplinare e del forte interesse che tali tematiche suscitano nella comunità scientifica e artistica. La mostra ha presentato una selezione di opere appartenenti al fondo di videoarte art/tapes/22 (uno dei più importanti fondi videoartistici italiani), conservato all’Archivio Storico delle Arti Contemporanee della Biennale di Venezia e preservato digitalmente dai laboratori universitari Crea e la Camera Ottica del Dams.

Per ulteriori informazioni: Ripartizione Didattica – Sezione servizi agli studenti e ai laureati, Via Mantica 3, Udine, tel. 0432/556680, fax 0432/556699, e-mail masterdams@damsweb.it

Google+
© Riproduzione Riservata