• Google+
  • Commenta
20 febbraio 2007

Capodogli a centinaia

Sapevamo già che i capodogli nuotano al largo delle coste della Sicilia, ma finora credevamo che fossero pochi esemplari. Invece sembra proprioSapevamo già che i capodogli nuotano al largo delle coste della Sicilia, ma finora credevamo che fossero pochi esemplari. Invece sembra proprio che le acque italiane piacciano particolarmente a questi cetacei, visto che in realtà sono centinaia. La scoperta viene da una stazione sperimentale a due chilometri sotto il mare: era stata realizzata per capire se in quei i fondali è possibile costruire un telescopio sottomarino capace di individuare i neutrini, particelle provenienti dallo spazio estremamente difficili da captare se non in condizioni di relativi isolamento, come a molti chilometri sotto il suolo o, appunto, sui fondali marini. Nel periodo di collaudo la stazione è stata utilizzata da alcuni biologi marini dell’Università di Pavia, allo scopo di provare gli strumenti necessari a cogliere i segnali sonori presenti in quel tratto di mare. Così, con loro sorpresa, hanno scoperto che i capodogli non sono poche decine, come credevano, ma centinaia.

Google+
© Riproduzione Riservata