• Google+
  • Commenta
14 febbraio 2007

Ferrara: IUSS Day

“Ci piacerebbe che libri e articoli non trattassero solo di scandali… del
resto così scandalosi. Ma ci sono. Ci piacerebbe però

“Ci piacerebbe che libri e articoli non trattassero solo di scandali… del
resto così scandalosi. Ma ci sono. Ci piacerebbe però che si parlasse di più
anche alle good practice, quelle che tanti atenei italiani, e tra essi il
nostro, stanno sperimentando e che meriterebbero più spazio e
riconoscimento”. Le good practice, le buone pratiche, come il miglioramento
dei servizi per gli studenti, come il Voip, come la valorizzazione della
ricerca, per la quale l’ateneo ferrarese è secondo soltanto alla Sissa di
Trieste secondo la recente pubblicazione del Civr, Comitato di Indirizzo per
la Valutazione della Ricerca. E soprattutto, la valorizzazione dei giovani.
Sono questi i punti principali toccati dal Rettore Patrizio Bianchi nel
corso della cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico dello IUSS-
Ferrara 1391, l’Istituto di Studi Superiori dell’Università di Ferrara che
dalla sua istituzione nel 2005 si cura in particolare della formazione post
laurea d’eccellenza.
Come ha ricordato il Prof. Giovanni Fiorentini, Direttore dell’Istituto: “Lo
IUSS ha il compito di coordinare, valorizzare e promuovere in ambito
internazionale tutti i dottorati di ricerca dell’ateneo, i corsi post laurea
orientati alle professioni, selezionati dal Senato accademico e i percorsi
speciali pre-laurea, sempre individuati dal Senato accademico”.
Alla relazione sulle attività dello IUSS, tra le quali quelle svolte
collaborazione con enti di grande prestigio come il CERN di Ginevra e il RIS
di Parma, ha fatto seguito la consegna dei diplomi agli studenti che hanno
conseguito il titolo di Dottore di ricerca.
Dei progetti in fase di avvio per un riordino del dottorato ha parlato il
Sottosegretario di Stato, Ministero dell’Università e della Ricerca, Luciano
Modica.
Al pomeriggio, le iniziative odierne dell’Università si spostano al Polo
Scientifico Tecnologico, dove verranno presentati i lavori di costruzione
dell’Incubatore d’impresa, con la posa della prima pietra della struttura
dedicata all’incontro tra know how scientifico-tecnologico sviluppato
nell’ateneo, e le imprese. All’iniziativa prendono parte il Rettore e il
Sindaco Gaetano Sateriale. Seguirà alle ore 15,30 nell’Aula 412 del
Dipartimento di Fisica, una tavola rotonda nel corso della quale saranno
presentati casi di Spin-off dell’Università di Ferrara. All’iniziativa,
oltre ai diversi rappresentanti delle Istituzioni, presenzierà il Prof.
Luciano Modica, Sottosegretario di Stato, Ministero dell’Università e della
Ricerca. La tavola rotonda prevede, oltre agli interventi del Sindaco e del
Rettore, quelli dell’Assessore comunale Aldo Modonesi (Assessorato alle
Attività Produttive), del Prof. Stefano Manfredini (Delegato del Rettore per
gli spin-off ).
Il pomeriggio terminerà con la presentazione di alcuni casi di Spin-off, in
particolare NEM S.r.l. e Active Technologies S.r.l, da parte della Dott.ssa
Laura Ramaciotti, del Liaison Office dell’Università.

Google+
© Riproduzione Riservata