• Google+
  • Commenta
26 febbraio 2007

Il caso Apophis

Il 13 aprile 2036 l’asteroide Apophis potrebbe colpire la Terra e per scongiurare ogni pericolo un gruppo di ex astronauti vuole proporre alle NazioniIl 13 aprile 2036 l’asteroide Apophis potrebbe colpire la Terra e per scongiurare ogni pericolo un gruppo di ex astronauti vuole proporre alle Nazioni Unite un progetto: lanciare una sonda di parecchie tonnellate che, posta nelle vicinanze dell’asteroide, ne devierebbe l’orbita grazie alla sua attrazione gravitazionale. In realtà il rischio di impatto è quasi nullo: appena lo 0,002%, ma è bastato per riportare alla ribalta il caso dell’asteroide. Apophis venne individuato nel 2004, all’interno di un programma di ricerca di oggetti pericolosi che ha coinvolto anche l’Università di Pisa. All’epoca si stimò che vi fosse una possibilità su 3800 che l’asteroide colpisse la Terra nel 2029. Poi i nuovi calcoli dimostrarono che per quella data non sarebbe accaduto nulla, esattamente come sta ora accadendo per il successivo avvicinamento del 2036. Ancora una volta: tanto rumore per nulla.

Google+
© Riproduzione Riservata