• Google+
  • Commenta
7 febbraio 2007

L’evoluzione passa per Ferrara

Quattro incontri per evolversi. L’iniziativa è dell’Università degli studi di Ferrara, che organizzerà nel mese di Febbraio quattQuattro incontri per evolversi. L’iniziativa è dell’Università degli studi di Ferrara, che organizzerà nel mese di Febbraio quattro dibattiti sul tema dell’evoluzione darwiniana. Quattro giorni per un unico Darwin Day. Un termine coniato per definire una serie di incontri culturali in materia di evoluzione biologica. 13, 14, 15 e 22 Febbraio le date degli eventi, in cui studiosi ed esperti in materia delucideranno il pubblico sulla materia che ha permesso a tutti noi di essere qui, su questo pianeta, tardi, ma meglio che mai. L’ateneo romagnolo ha voluto fermamente l’iniziativa anche per contrastare le teorie “creazioniste”, uscite allo scoperto nel 2003 da parte di alcuni gruppi di opinione, che riuscirono nell’intento di cancellare il tema dell’evoluzione dai piani di riordino scolastici. Si sa, viviamo in un Paese dove la cultura cattolica la fa da padrone, e riesce con un battito di ciglia ad annullare anni, secoli, di ricerche scientifiche, con semplici opinioni mai riscontrate nella realtà. Il dibattito, tuttavia, è rimasto acceso in questi anni, e i sostenitori darwiniani non si sono dati per vinti. Il Darwin Day ne è una prova tangibile. Gli incontri di Ferrara, inoltre, serviranno a far capire alla gente comune come la teoria dell’evoluzione biologica riguardi, nello specifico, il quotidiano, la vita di tutti i giorni. Ai dibattiti, parteciperanno studiosi non solo dell’ateneo estense, ma anche di altri atenei, come quello di Parma e dell’università Bicocca di Milano. Darwin, insomma, è più attuale che mai.

Google+
© Riproduzione Riservata