• Google+
  • Commenta
28 febbraio 2007

Piemonte Orientale: arriva il prof. Balduzzi

La Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi del Piemonte Orientale “Amedeo Avogadro” annovera da domani nel suo corpo docenLa Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi del Piemonte Orientale “Amedeo Avogadro” annovera da domani nel suo corpo docente il prof. Renato Balduzzi, a ricoprire il posto di professore ordinario di diritto Costituzionale. Dopo aver insegnato in diverse università italiane ed europee, approda ad Alessandria, città dove risiede. La preside di Giurisprudenza, professoressa Elisa Mongiano, esprime la viva soddisfazione dell’intera Facoltà per questo trasferimento: «Il professor Balduzzi ha un curriculum davvero molto qualificato. Fino a oggi ha insegnato all’Università di Genova e, prima ancora, all’Università di Torino e di Parigi XII-Val de Marne. Colpisce la sua cospicua attività di ricerca, rivolta ad approfondire, in particolare, i significativi aspetti del diritto sanitario, come dimostrano le sue numerose pubblicazioni: un settore d’interesse particolarmente attuale che ci ha definitivamente spinto alla sua chiamata». Oltre all’impegno accademico ha diretto le ricerche sulla riorganizzazione del ministero della sanità e sul testo unico delle leggi sanitarie; ha collaborato con le Regioni Emilia-Romagna, Piemonte, Sardegna e Lombardia per la stesura di testi legislativi e operazioni trasformative; è presidente del Comitato di indirizzo del Policnico S. Orsola-Malpighi di Bologna. È stato consigliere giuridico dei Ministri della Difesa e della Sanità e attualmente ricopre lo stesso ruolo per il Ministro delle Politiche per la Famiglia. È stato capo dell’ufficio legislativo del Ministero della Sanità e ha presieduto la Commissione ministeriale per la riforma sanitaria. E’ presidente nazionale del Movimento Ecclesiastico di Impegno Culturale.
Il rettore prof. Paolo Garbarino ha inoltre intenzione di coinvolgere Balduzzi nella direzione del CEIMS, il Centro di Eccellenza interfacoltà di servizi in management sanitario,ente attraverso il quale l’Ateneo produrrà un’offerta formativa di alto livello in stretta collaborazione con la programmazione regionale sanitaria e con altre strutture operanti nel settore sul territorio regionale, per migliorare la qualità dei servizi per la salute.

Google+
© Riproduzione Riservata