• Google+
  • Commenta
10 febbraio 2007

Quando Chicken Little ha l’influenza

Per il ciclo “I venerdì della scienza”, organizzato dalla Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali dell’Università de
Per il ciclo “I venerdì della scienza”, organizzato dalla Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali dell’Università degli Studi di Perugia, questa settimana, nell’Aula E di Via Elce di Sotto, la Prof.ssa Anna Iorio, dal 1999 al 2005 Presidente del Corso di Laurea in Scienze Biologiche, terrà una lezione piuttosto curiosa. Avvalendosi d’un celebre cartone Disney, Chicken Little, come oggetto delle sue dimostrazioni, la Iorio cercherà di analizzare i legami tra le influenze umane ed aviarie.
La ricercatrice di Rimini spiegherà dapprima cosa sia effettivamente un’infezione, perché ci ammaliamo e perché se un pollo contrae una malattia, noi uomini dobbiamo seriamente preoccuparci. Dopo aver espletato al pubblico il significato del termine “pandemia” e elencato quali caratteristiche debba possedere un virus influenzale perché esso riesca a diffondersi in più aree geografiche, colpendo gli uomini, tramite il contagio, e creando loro gravi patologie, la Iorio passerà in rassegna tutti gli espedienti a nostra disposizione per difenderci da un’eventuale pandemia.

Google+
© Riproduzione Riservata