• Google+
  • Commenta
9 febbraio 2007

Seconda Università di Napoli: la dieta diventa un gioco!

Oggi più che mai il tema della corretta alimentazione è tornato d’attualità, soprattutto dopo il caso della modella brasiliana
Oggi più che mai il tema della corretta alimentazione è tornato d’attualità, soprattutto dopo il caso della modella brasiliana in tivù è un continuo proliferare di programmi sull’anoressia, la bulimia e l’obesità, poco però viene fatto per una reale e seria educazione alimentare e ancora minore spazio viene dedicato a chi non ha queste problematiche perché semplicemente non ha cibo.
Dare voce a chi non ha voce é l´impegno dell’Associazione Kaledo del dottor Salvatore Amaro che, facendo riferimento alla Conferenza Mondiale della Sanità ad Alma Ata che ha parlato di salute per tutti entro l´anno 2000, opera per far si che la salute ridiventi un diritto fondamentale dell´uomo collocato per tutti al posto giusto nell´agenda dello sviluppo.
Proprio la collaborazione tra l’ Associazione e il Dipartimento di Medicina Sperimentale della Seconda Università di Napoli ha dato vita ad una ricerca sulla prevenzione delle patologie legate alla nutrizione, in particolare sulle cause dell’obesità e sullo stile di vita delle famiglie campane, avvalendosi di un gioco semplice ed innovativo che verrà presentato nel corso del dibattito-confronto: “Alimentazione, salute e solidarietà. Primo torneo regionale Kaledo” venerdì 9 Febbraio presso la Seconda Università degli Studi di Napoli alle ore 10:30.

Di obesità e attività fisica in Campania discuterà il prof. Marcellino Monda, su “salute e solidarietà” interverrà invece il Dottor.Enzo Venza, e sarà il Dottor Alessandro Viggiano ad introdurre il nuovo gioco per l’educazione alimentare e alla solidarietà: il Kaledo.
Kalèdo deriva dal greco antico kalòs = bene ed edo = mangio e significa mangiare bene.
E’ un gioco di società e una partita equivale ad un viaggio nell’alimentazione quotidiana, si rivolge alle famiglie per aiutarle ad orientarsi verso una sana e corretta alimentazione, è uno strumento ludico e semplice (da utilizzare anche nelle scuole) che attraverso carte nutrizionali e un tabellone che raffigura il globo, aiuta i bambini nelle loro scelte alimentari ed inoltre li educa alla solidarietà verso i paesi poveri.
Nel mondo occidentale, l’obesità è diventata una malattia sociale e l’Italia è seconda solo agli Stati Uniti d’America per la percentuale di bambini obesi, bisogna, perciò, operare un cambiamento di rotta verso la “sobrietà” e la “solidarietà” che sono le parole chiave di questo progetto di comunicazione ed educazione.
La sobrietà ci aiuterà a costruire un futuro sostenibile per tutti, mentre con la vendita del gioco Kalèdo si potranno realizzare progetti a favore dell’infanzia nei paesi poveri.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy