• Google+
  • Commenta
21 febbraio 2007

Unimore: incontro biomedicale

L’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, assieme ad Aster, la Camera di Commercio di Modena, Demo Center SIPE e la Provincia di ModeL’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, assieme ad Aster, la Camera di Commercio di Modena, Demo Center SIPE e la Provincia di Modena focalizzeranno la loro attenzione sul comparto biomedicale con un incontro che vuole puntare all’innovazione tecnologica di questo settore tramite la ricerca universitaria. Appuntamento giovedì 22 febbraio 2007 a Mirandola.

La competitività delle imprese e dei distretti produttivi modenesi vedono affiancati in uno sforzo comune Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, ASTER, Camera di Commercio di Modena, Demo Center-SIPE e Provincia di Modena che tra febbraio e aprile organizzeranno una serie di otto appuntamenti itineranti lungo il territorio della Provincia di Modena, denominati “ImpresaModena e Ricerca”, che attraverso la valorizzazione delle sinergie fra mondo della ricerca universitaria e sistema produttivo puntano a migliorare gli aspetti di innovazione tecnologica del nostro sistema.

Il terzo incontro in programma giovedì 22 febbraio 2007 alle ore 14.30, ospitato nella Sala Granda del Comune di Mirandola (Piazza Costituente, 1) sarà dedicato al settore biomedicale e affronterà “I materiali e trattamenti innovativi per l’industria biomedicale”, un campo di ricerca nel quale l’Ateneo è molto attivo nella sperimentazione ed individuazione sia di nuovi materiali che di nuovi trattamenti superficiali funzionalizzanti.

Il comparto biomedicale che rappresenta uno dei punti di eccellenza del territorio modenese, assieme a quello meccanico, ceramico e tessile ed agroalimentare, ha bisogno di interfacciarsi con la ricerca universitaria che può essere il giusto supporto ad un ulteriore slancio nel mercato globale di questo importante settore che ha fatto, e tutt’ora scrive, la storia della Provincia modenese.

Questo appuntamento vuole offrire alle imprese del territorio, non solo appartenenti alla Provincia di Modena, ma anche a quelle regionali, la possibilità di conoscere ed entrare in contatto con l’insieme delle competenze e dei laboratori di ricerca universitari ed appartenenti alla Rete dell’Alta Tecnologia della Regione Emilia-Romagna.

“Il comparto biomedicale – commenta il prof. Sergio Valeri del dipartimento di Fisica dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia – è certamente uno dei punti di forza della economia del nostro territorio, con una forte accumulazione di competenze tecnologiche ed una capacita’ produttiva dinamica, capace di competere anche sul piano internazionale. C’e’ tuttavia l’esigenza di ridurre il gap tra la ricerca e le applicazioni industriali. Penso che lo sviluppo di competenze nel settore delle superfici, dei materiali e dei dispositivi di interesse biomedicale vada in questa direzione. Materiali come il diamone-like carbon ed il silicio poroso, i nuovi rivestimenti nanocompositi o intelligenti, le tecnologie miste chimico-fisiche, studiati e sviluppati presso i Dipartimenti Universitari ed i Laboratori Regionali come Sup&rman, costituiscono certamente le sfide e le potenzialita’ dell’immediato futuro di questo settore”.

Il programma dell’incontro, dopo i saluti recati ai presenti dal Sindaco di Mirandola Luigi Costi e dal Presidente del Consorzio Biomedicale CONSOBIOMED Luciano Fecondini, vedrà alternarsi la dott.ssa Maria Grazia Zucchini di ASTER, che presenterà la Rete dell’Alta Tecnologia dell’Emilia Romagna ed i laboratori regionali, il prof. Francesco Pilati del Dipartimento di Ingegneria dei Materiali e dell’Ambiente dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, che affronterà il tema “ Nuovi materiali polimerici per applicazioni biomedicali”. Successivamente il dott. Paolo Facci del Centro di Ricerca e Sviluppo CNR-INFM-S3 di Modena esporrà la “Funzionalizzazione delle superfici (biocoatings)” ed il prof. Sergio Valeri del Dipartimento di Fisica dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilila – Net-lab SUP&RMAN si soffermerà su “Trattamenti superficiali biocompatibili e metodologie di caratterizzazione”. Concluderanno la giornata Maria Gabriella Gualandi di ASTER e Maria Nora Gorni di RI.MOS srl. che recherà la personale esperienza della sua impresa, soffermandosi su “ I vantaggi per l’impresa nella collaborazione con le università: l’azienda racconta”.

I prossimi appuntamenti sono previsti a Modena (6 marzo), Carpi (12 marzo) Modena ( 21 marzo), Sassuolo (29 marzo) ed a Modena( 19 aprile).

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy