• Google+
  • Commenta
15 febbraio 2007

Univda: nasce ‘caos’, il servizio per fare ordine

Aiutare gli studenti universitari a superare momenti di difficoltà e a migliorare le proprie prestazioni. È questo l’obiettivo di Caos, acronimAiutare gli studenti universitari a superare momenti di difficoltà e a migliorare le proprie prestazioni. È questo l’obiettivo di Caos, acronimo di Centro di ascolto e di orientamento per gli studenti. Si tratta di un servizio gratuito avviato in via sperimentale (fino a giugno) dall’Università degli Studi della Valle d’Aosta. “Tutti gli studenti dell’Univda che siano interessati a prendersi un po’ di tempo per riflettere su di sé, per fare il punto della situazione rispetto al proprio progetto di studio e professionale e all’andamento delle proprie relazioni” potranno rivolgersi a Caos attraverso colloqui telefonici e di persona, con la garanzia di un supporto psicologico e in completo anonimato. “Caos – ha spiegato il pro rettore dell’Univda, Elena Cattellino – va ad integrare il servizio orientamento che finora ha già dato ottimi risultati. In linea con l’obiettivo di considerare gli studenti delle persone e non delle matricole, noi vogliamo offrire non solo formazione, ma anche un rapporto personale”.

Google+
© Riproduzione Riservata