• Google+
  • Commenta
11 marzo 2007

Istruzione, il mistero dei 4 miliardi di euro “scomparsi”

Un’inchiesta del settimanale Tuttoscuola, basatasi sullo studio dell’Istat a proposito dei finanziamenti alla scuola e alla formazione pubblica, ha faUn’inchiesta del settimanale Tuttoscuola, basatasi sullo studio dell’Istat a proposito dei finanziamenti alla scuola e alla formazione pubblica, ha fatto emergere un dato piuttosto sconvolgente. Se negli ultimi sedici anni la spesa per l’istruzione fosse cresciuta, come preventivato dalle diverse finanziarie redatte dai passati governi, oggi ci sarebbero oltre 4 miliardi di euro all’anno di risorse aggiuntive. Ciò significa che in questo lasso di tempo, il tasso di crescita della spesa per l’istruzione (+73%) è stato non soltanto inferiore a quello della spesa pubblica totale (+84%), ma nettamente più basso rispetto ad altri settori, come la Difesa (+111%), la Sanità (+122%) e la Protezione Sociale (+127%). Di conseguenza, l’incidenza della spesa per la scuola sulla spesa pubblica totale si è ridotta dal 10,3% del ’90 al 9,7% del 2005, ed i fondi per l’autonomia degli istituti scolastici sono così passati dai 590 del 2001 ai 303 milioni di euro del 2006. Sembra poco?

Google+
© Riproduzione Riservata