• Google+
  • Commenta
17 marzo 2007

“La lingua sconosciuta, un test all’Università di Lecce”

Alla Facoltà di Lingue dell’Università di Lecce è in corso un esperimento nell’ambito dell’insegnamento di lingua italiana: a

Alla Facoltà di Lingue dell’Università di Lecce è in corso un esperimento nell’ambito dell’insegnamento di lingua italiana: a circa trecento studenti del primo anno è stato chiesto di scrivere il significato di circa cinquanta parole ben selezionate tra quelle usate con più frequenza. Il primo risultato è stato che dodici di queste sono risultate completamente sconosciute a più della metà degli studenti e che inoltre troppe risposte sono lontane anni luce dal significato corretto delle parole, fino ad arrivare a dare risposte più o meno esilaranti (come per esempio “il reggino” è un tifoso della Reggina o “aleatorio” vuol dire dotato di ali!!).
Ma al primo posto per numero di definizioni fantasiose c’è “bettola”, per la quale solo un quindici per cento ha dato il significato corretto, mentre altri hanno scritto che si tratta di una pentola, di un discorso insensato, di una frase inappropriata.
Quindi, c’è tutta una serie di problemi non facilmente risolvibili solo con un colpo di … “vocabolario”; d’altra parte non è neanche il genere di scuola da cui si proviene ad assicurare una ricchezza di lessico. Dall’esperimento condotto all’Università di Lecce è scaturito che non sono affatto favoriti, nell’assimilazione corretta del vocabolo, coloro che provengono dal liceo classico, tutt’altro. Se proprio si deve fare una classifica, gli studenti esaminati che provengono dal classico sarebbero agli ultimi posti. Invece lo studente che esce da un istituto professionale, spinto forse da un complesso di inferiorità stimolante, legge molto a casa e ascolta con attenzione a scuola, quindi, arriva all’Università con un lessico più ricco e più corretto di molti liceali. Altro che preparazione classica, oggi il vero nemico è l’incapacità di saper usare la lingua italiana. Caro studente il “balzello” non è un piccolo balzo!

Google+
© Riproduzione Riservata