• Google+
  • Commenta
13 marzo 2007

Sapienza: prossimamente nuovi alloggi

L’ateneo romano è uno dei più gettonati tra quelli italiani da parte di coloro che decidono di intraprendere i propri studi lontano dal L’ateneo romano è uno dei più gettonati tra quelli italiani da parte di coloro che decidono di intraprendere i propri studi lontano dal nido familiare; la capitale malgrado sia una città grande, è abitata ogni anno da un crescente numero di universitari e non risulta essere in grado di soddisfare le richieste di tutti coloro che presentano la domanda per poter alloggiare presso le vigenti residenze universitarie.
Un nuovo progetto è in cantiere, la sua realizzazione nel giro di pochi anni consentirà a circa 2500 studenti di poter vantare di una camera sostenendo una spesa minima; ebbene si, questo è quanto si spera di ottenere acquistando gli spazi collocati in quartieri periferici come la Prenestina, La Storta.
Si tratterà di veri e propri campus dotati di laboratori, aule, spazi per lo sport ma anche aree verdi e altri spazi che saranno messi non solo a disposizione degli studenti ma anche a tutti gli abitanti del quartiere.
L’intera operazione rientra nel piano dell’edilizia universitaria della Sapienza, elaborato dal rettore Renato Guarini e predisposto dal pro rettore delegato all’edilizia, nonché preside della facoltà di architettura, Roberto Palumbo; si tratta di un progetto finalizzato a rivitalizzare quelle zone meno gettonate limitrofe all’università, dislocate in quartieri più distanti ma dove i costi sono decisamente più contenuti. Infatti, grazie alla collaborazione con l’Amministrazione Comunale, una pluralità si soggetti possono permettersi un alloggio, godere della propria autonomia rompendo quelle regole dettate dal rigido mercato degli affitti.
La realizzazione delle residenze avrà luogo negli spazi dell’ ex Snia Viscosa che, da centro sociale, diventerà una residenza per studenti; Santa Maria della Pietà la cui area sarà riqualificata; presso La Storta ed infine a Pietralata per uno spazio totale superiore ai 70.000 mq.

Google+
© Riproduzione Riservata