• Google+
  • Commenta
24 marzo 2007

Un po’ di Portogallo a Roma Tre

“Da Roma all’Oceano. La lingua portoghese nel mondo” è il convegno che si terrà il 29 e il 30 marzo, alle ore 10,30 e alle 15,30, pre
“Da Roma all’Oceano. La lingua portoghese nel mondo” è il convegno che si terrà il 29 e il 30 marzo, alle ore 10,30 e alle 15,30, presso l’università Roma Tre, nella sala conferenze “Ignazio Ambrogio” a via del Valco di San Paolo 19. L’evento sarà il primo per l’Italia, il cui tema è la diffusione della lingua portoghese in America, Africa e Asia.
I lavori verteranno anche sui problemi che lo stesso portoghese ha e ha avuto per insediarsi e stabilizzarsi in zone socialmente e geograficamente diverse dalla sua. Verranno presi in esame i casi del Brasile, Mozambico e Angola, stati in cui il portoghese si è inserito come seconda lingua e si è modificato per effetto del contatto con gli idiomi locali.
Il convegno vedrà protagonisti esponenti delle università italiane come Tullio De Mauro dell’ateneo La Sapienza e Luciano Formisano da Bologna e di quelle europee: lo scrittore portoghese Josè Eduardo Agualusa e Vicenc Beltràn dell’università di Barcellona. Ad inaugurare l’evento, il 29 marzo, ci saranno il rettore di Roma Tre Guido Fagiani, l’ambasciatore del Portogallo Vasco Valente, il preside della facoltà di lettere del suddetto ateneo romano Vito Michele Abrusci e Otello Lottini, direttore del dipartimento di letterature comparate. Introdurrà i lavori con un discorso di presentazione Giulia Lanciani.

Google+
© Riproduzione Riservata