• Google+
  • Commenta
1 marzo 2007

Unimore: fare impresa oltre le barriere semantiche

I ricercatori del Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia unici italiani chiamati alI ricercatori del Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia unici italiani chiamati alla realizzazione di un software internazionale per consentire alle imprese di scambiarsi documenti e collaborare. Il progetto, denominato STASIS (Software for Ambient Semantic Interoperable Services), che ha una delle sue unità realizzative a Reggio Emilia, consentirà di abbattere anche le barriere semantiche. I risultati attesi nel 2009.

Ricercatori dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia sono impegnati in STASIS (Software for Ambient Semantic Interoperable Services), progetto di ricerca internazionale che si propone la realizzazione di un’infrastruttura informatica, basata su Internet, che permetterà alle imprese di qualunque dimensione e collocazione geografica di superare le barriere semantiche, stabilendo “collaborazioni dinamiche” con altre imprese.

Il progetto, che ha avuto inizio a settembre 2006 e si concluderà con la presentazione dei primi risultati nell’agosto 2009, finanziato nell’ambito del VI Programma Quadro della Comunità Europea, vede la partecipazione, come unica sede italiana associata alla sua realizzazione, di ricercatori appartenenti al Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione e di uno appartenente al Dipartimento di Economia Aziendale dell’Ateneo emiliano, i quali lavoreranno assieme a 12 partner europei e cinesi.

Il progetto di ricerca, che ha ricevuto un finanziamento di 4 Milioni di euro per la sua realizzazione complessiva, ed è coordinato dall’olandese TIE (Netherlands based International B2Bi technology and services provider), si propone di sviluppare un’innovativa tecnologia informatica, sperimentata tramite la realizzazione di prototipi di software, che attraverso la definizione di strutture semantiche trasferibili da una lingua all’altra, permetterà lo scambio di dati e documenti fra imprese di Paesi differenti, abbattendo le barriere di comprensione che, in molti casi, rappresentano il maggior ostacolo alle collaborazioni fra aziende, e favorirà altresì la loro apertura al mercato elettronico europeo e internazionale.

“Una delle principali difficoltà che le imprese attualmente incontrano nello stabilire collaborazioni con altre aziende, soprattutto a livello internazionale, – spiega il prof. Domenico Beneventano, docente di Sistemi Informativi e Basi di Dati presso la Facoltà di Ingegneria di Reggio Emilia e responsabile del progetto per l’Ateneo – deriva dalle differenze semantiche, ovvero dal significato e dall’interpretazione, dei documenti scambiati. Per stabilire collaborazioni tra aziende è fondamentale raggiungere l’interoperabilità semantica, per fare in modo che i dati scambiati abbiano lo stesso significato per le aziende interconnesse”.

I ricercatori modenesi-reggiani, per il segmento operativo affidato loro nell’ambito del progetto, hanno ricevuto un finanziamento di 240.000 euro e svolgeranno, all’interno delle attività di ricerca, un ruolo primario con particolare riferimento allo studio e alla creazione delle strutture necessarie per il trasferimento dei concetti da una lingua all’altra.

“L’affidamento del coordinamento di questo progetto ai nostri ricercatori di Ingegneria dell’Informazione – ha commentato il Rettore dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia prof. Gian Carlo Pellacani – è un riconoscimento internazionale molto importante, che premia non solo i diretti interessati, ma tutto l’ambiente accademico, il quale in questi anni ha saputo promuovere un valido ed efficace processo riorganizzativo della propria attività di ricerca, puntando a quell’aggregazione interdisciplinare necessaria per consentirci di cogliere risultati brillanti, anche in funzione della trasferibilità al territorio della nostra produzione scientifica”.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy