• Google+
  • Commenta
27 giugno 2007

Ancora ottimi risultati per la ricerca di unicam

Sono ancora premiati gli sforzi che l’Università di Camerino ha compiuto e sta compiendo per attrarre finanziamenti, sia pubblici che privati, Sono ancora premiati gli sforzi che l’Università di Camerino ha compiuto e sta compiendo per attrarre finanziamenti, sia pubblici che privati, alla ricerca.
Nell’assegnazione del co-finanziamento ministeriale per i progetti di rilevante interesse nazionale (PRIN), infatti, anche per questo anno i ricercatori Unicam mantengono lo straordinario risultato degli ultimi anni.

In base ai dati forniti dal Ministero, l’Università di Camerino si colloca al 6° posto assoluto per finanziamento pro-capite, preceduta soltanto da istituzioni specializzate in settori particolari e dedicate prevalentemente alla ricerca come l’Istituto san Raffaele di Milano, la SISSA di Trieste, la Scuola Normale Superiore di Pisa e da Atenei generalisti quali Ferrara e Catanzaro.

“E’ un risultato del quale dobbiamo essere fieri e orgogliosi– sottolinea il Rettore Unicam, prof. Fulvio Esposito – perché fornisce una importante dimostrazione della vitalità del nostro Ateneo”.
E’ importante sottolineare che non si tratta di un risultato episodico: lo scorso anno Unicam si è collocata al 5° posto assoluto, mentre facendo una media dei finanziamenti ottenuti dal 2001 al 2006 , la nostra Università si trova al 9° posto.

I ricercatori Unicam hanno ottenuto un finanziamento medio pro-capite che è quasi il doppio del valore mediano calcolato sull’intero sistema universitario.
Per il 2006 i progetti di ricerca finanziati per circa 700.000 euro riguardano importanti settori della chimica, della geologia e della biologia.

La ricerca dell’Università di Camerino conferma quindi il suo alto valore, nella convinzione che è proprio grazie alla ricerca e all’innovazione che si rafforza tutto il sistema produttivo del paese.

Google+
© Riproduzione Riservata