• Google+
  • Commenta
10 giugno 2007

I genovesi diventano “Dubliners” per un giorno

Genova come Dublino. I suoi abitanti trasformati in “Dubliners” per un giorno. Esattamente il 16 giugno, giornata intitolata “Bloomsday”, in onore

Genova come Dublino. I suoi abitanti trasformati in “Dubliners” per un giorno. Esattamente il 16 giugno, giornata intitolata “Bloomsday”, in onore alla celebre opera di James Joyce, “l’Ulisse”. Motivo? Gli avvenimenti del romanzo dello scrittore di Dublino si svolgono tutti nella giornata del 16 Giugno 1904. I protagonisti sono tre. L’agente Leopold Bloom, la moglie adultera Molly e lo studente Stephen Dedalus. Ebbene per un giorno, docenti universitari, studenti, personalità della Genova colta, diverranno “Blooms”. A turno ognuno di loro reciterà un passo dell’”Ulisse” nei vicoli del centro storico di Genova. Bar, ristoranti, chiostri, caffè diverranno ambientazioni per mettere in scena l’opera rivoluzionaria di Joyce. Si comincerà alle 9 di mattina per finire a tarda serata. L’evento fa parte del Festival Internazionale della Poesia. La collaborazione del Dipartimento di Scienze della comunicazione linguistica e culturale dell’Università di Genova, è stata determinante. Un’iniziativa brillante ed originale che toglie alla cultura quella cappa di isolazionismo fatto di aule, cattedre e banchi di allievi. Un libro tra la gente comune, finalmente.

Google+
© Riproduzione Riservata