• Google+
  • Commenta
21 giugno 2007

I ricercatori invocano Napolitano

“Caro Presidente la preghiamo di intervenire personalmente presso il Ministro Mussi e il Governo affinché s’instauri un dialogo produttivo con“Caro Presidente la preghiamo di intervenire personalmente presso il Ministro Mussi e il Governo affinché s’instauri un dialogo produttivo con chi fa didattica e ricerca e si superi lo stallo”. Così comincia la lettera che i ricercatori italiani, ben 200 provenienti dai vari atenei italiani, hanno mandato al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. I fondi che erano già scarsi, si sono ulteriormente decurtati, nonostante le promesse che puntualmente, politici di destra e di sinistra, fanno durante i loro comizi, ma che quando salgono al potere sembrano dimenticare. Nonostante le rassicurazioni di Fabio Mussi, sempre più ricercatori sono convinti che senza qualche manifestazione plateale non è possibile convincere la politica sulla necessità di nuovi investimenti. La lettera continua partendo da un’analisi della legge Finanziaria “ha destinato solo 300 milioni di euro alla ricerca pubblica, contro ben 700 milioni assegnati a quella delle imprese”. Più chiaro di così………

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy