• Google+
  • Commenta
6 giugno 2007

L’Unione Europea investe sulla ricerca

Quando il governo locale risponde picche alle richieste di aiuto lanciate dai ricercatori o dalle università, ad intervenire in soccorso del moQuando il governo locale risponde picche alle richieste di aiuto lanciate dai ricercatori o dalle università, ad intervenire in soccorso del mondo della ricerca è l’Unione Europea.
Partirà infatti quest’anno, per concludersi poi nel 2013, il settimo “Programma Quadro relativo agli investimenti europei nella ricerca e nello sviluppo”. In totale saranno stanziati 50521 milioni di euro, a cui andranno aggiunti altri 2751 milioni per il programma Euratom (ricerche nel settore dell’energia, ndr).
In questo modo la Commissione europea intende aumentare il bilancio annuale destinato alla ricerca, incentivando gli investimenti nazionali. Sono cifre importanti. Cifre che, d’ora in avanti, dovranno essere sapientemente gestite dalle università o dai centri di eccellenza europei per ricucire quel gap scientifico esistente tra noi, intesi come Europa, e i grandi centri di ricerca statunitensi ed asiatici.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy