• Google+
  • Commenta
2 giugno 2007

L’Università di Perugia al lavoro per fare impresa

La ricerca universitaria vuole fare impresa al motto di “Hai un mondo di idee? Trasformale in impresa”. Il “Premio start cup Perugia Camerino 2007” veLa ricerca universitaria vuole fare impresa al motto di “Hai un mondo di idee? Trasformale in impresa”. Il “Premio start cup Perugia Camerino 2007” vede protagoniste trentatrè università scese in campo per sostenete la ricerca scientifica e tecnologica per sviluppare l’idea di una cultura dell’imprenditorialità. L’iniziativa, nata dalla collaborazione tra l’Università di Perugia e l’Ateneo di Camerino, è stata illustrata il 31 maggio, alla sala Dessau di Palazzo Murena, sede del rettorato dell’Ateneo perugino, dal professor Loris Nadotti, associato di Economia degli intermediari finanziari. Si tratta di un premio a favore della promozione della creazione d’impresa conseguente alla ricerca universitaria A concorrere come candidati sono progetti usciti dalle giovani menti universitarie (studenti, ricercatori, neolaureati e dipendenti dei due atenei) tradotti in un piano economico, ovvero un documento organico attraverso il quale fornire una descrizione dettagliata e approfondita del piano d’impresa. A livello territoriale verranno quindi scelti, dagli organi competenti della manifestazione (comitato scientifico, direzione del premio e comitato sviluppo progetti), tre iniziative che poi andranno a concorrere a un livello superiore alla competizione nazionale “Pni” (premio italiano all’innovazione) che si svolgerà a Napoli il 4 dicembre, per dare impulso alla creazione d’impresa. «Va sottolineato – ha detto il professor Nadotti – che la capacità di innovare in questo momento è legata all’Università, visto che le imprese lo fanno poco. E nel contempo favorire e premiare il trasferimento tecnologico alle imprese a sua volta risultati importanti alle Università, in termini economici che potranno essere impiegati per la ricerca». Il premio è riservato a un numero illimitato di partecipanti, l’unica discriminante è che i progetti provengano dall’Università. Le giornate formative si terranno a Perugia il 12 e 13 giugno, mentre il 25 e 26 dello stesso mese è previsto, al Centro linguistico dell’Ateneo perugino, un convegno su “Intellectual property: come gestirla per essere competitivi”. L’apertura formale della gara è prevista per il 2 luglio prossimo. La scadenza per la consegna del business plan alla commissione è il 2 ottobre, mentre il termine di scadenza per le iscrizioni al progetto è il 14 settembre. Ci si potrà iscrivere anche collegandosi al sito: www.unipg.it/startcup. I premi per i primi tre classificati ammontano a 60.000, 30.000 e 20.000 euro. «Nei quattro anni dell’istituzione del premio – ha continuato Nadotti – sono nate per iniziativa dell’Ateneo perugino, diciannove società per la gestione di nuove imprese. L’obiettivo è far crescere la ricerca applicata nell’Università e, con i profitti che tali imprese sapranno produrre, sarà possibile finanziare anche la ricerca di base, finora pesantemente penalizzata per carenza di finanziamenti sia pubblici sia privati». Quest’anno la “Start cup Perugia Camerino” potrà avvalersi della collaborazione di Vodafone come partner, che garantirà una certa visibilità alla manifestazione. Al termine della conferenza stampa il professor Gianluigi Cardinali, della Facoltà di Agraria, ha illustrato i dettagli del progetto vincitore della scorsa edizione del premio, che si è svolta a Udine.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy