• Google+
  • Commenta
20 giugno 2007

Parthenope: uno studente pubblica un libro

Il ragazzo che abbiamo deciso d’intervistare oggi utilizza la penna non solo per redigere bilanci preventivi, stati patrimoniali o conti economici

Il ragazzo che abbiamo deciso d’intervistare oggi utilizza la penna non solo per redigere bilanci preventivi, stati patrimoniali o conti economici, ma anche per riportare su carta i suoi pensieri, i suoi dolori e le sue emozioni.
Roberto Migliaccio, 28 anni, giovane laureato in Economia Aziendale presso l’Università degli Studi di Napoli Parthenope, ha da poco pubblicato una raccolta di poesie dal titolo “Ho sognato di scrivere poesie”. Il suo percorso di scrittura si snoda tra il rimpianto e la malinconia di desideri mai realizzati. Desideri d’amore, di vita o d’esperienze di un giovane costretto ad abbandonare la sua amata terra (Campania, ndr) per emigrare al nord alla ricerca di lavoro. La poesia di Migliaccio scava nell’intimo, nel dolore e nel rammarico, ma senza autocommiserazione. Durante una pausa e l’altra da lavoro, siamo riusciti a porre qualche domanda a questo giovane scrittore in erba.

Roberto, quando è nata la tua passione per la scrittura?
«Non saprei identificare un’età anagrafica, perché non è stato un momento preciso ma, piuttosto, la conseguenza di fasi della mia vita in cui senti che stai crescendo. Quando cresci senti che c’è tanto che vorresti dire, ma che non sempre riesci ad esprimere liberamente a parole. E quando ti accorgi ogni mattina che quello che senti che hai dentro di te lo riesci a esprimere di più scrivendo, e allora che inizi a pensare proprio scrivendo. E se questo inizia a diventare la cosa che tu più desideri e più sogni, arriva sempre un momento in cui capisci che la tua strada è quella».

Come nasce “Ho sognato di scrivere poesie”?
«Come ho detto prima è una cosa nata per caso, che però, col tempo, è diventata una grande raccolta di poesie e racconti. Mi è capitato di mostrare qualcosa ad amici riscontrando il loro apprezzamento, notando quanto i ragazzi della mia età si riconoscessero nelle mie parole. Qui nasce l’idea di farne una raccolta in cui tutti, leggendo queste pagine, potessero rivedere la propria vita. Una vita fatta di cose semplici e quotidiane che però rendono speciale ognuno di noi».

Dov’è possibile acquistare il libro?
«E’ possibile comprare il libro prenotandolo on-line sul sito dell’Editore (www.kimerik.it), o richiedendolo via e-mail all’indirizzo: redazionemigliaccio@alice.it.
Sempre sul sito dell’editore, sono inoltre indicate una serie di librerie suddivise per regione in cui è possibile acquistarlo».

Hai già in cantiere qualche altro progetto editoriale per il futuro?
«Si. Ma per scaramanzia, da buon napoletano, non dirò nulla in proposito. Vi anticipo solo che stavolta si tratta di un romanzo».

Per ultimo. Ritiene che sia difficile per un giovane scrittore, senza nessuno alle spalle, riuscire ad emergere nel panorama editoriale italiano?
«Indubbiamente i piccoli editori difficilmente si accollano i rischi di investire su giovani sconosciuti; nel mio caso ho bussato alle porte di editori di tutta Italia per almeno 2-3 anni.
I grandi editori, soprattutto, non prendono nemmeno in considerazione i lavori di chi non abbia alle spalle almeno una pubblicazione. Queste forse sono le regole del mercato o forse sono le prove della vita che servono per farci rendere conto di quanto vogliamo veramente una cosa.
Tuttavia il fatto che io ci sia riuscito è la dimostrazione che chiunque può riuscire a realizzare un progetto quando questo è voluto con tutte le proprie forze, e anche se le cose non vanno subito come a volte desideriamo, bisogna sempre avere fiducia perché ci saranno sicuramente altre occasioni».

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy