• Google+
  • Commenta
11 luglio 2007

Al via il Politecnico del Mediterraneo

Il Politecnico del Mediterraneo sembra divenire realtà. Entra infatti nella fase operativa il progetto per la sua realizzazione. Lo scorso 10 lIl Politecnico del Mediterraneo sembra divenire realtà. Entra infatti nella fase operativa il progetto per la sua realizzazione. Lo scorso 10 luglio a Palermo, a Palazzo d’Orleans, sede della Presidenza della Regione siciliana, il governatore Salvatore Cuffaro ha firmato l’accordo di programma quadro con l’assessore regionale alla Pubblica istruzione, Nicola Leanza, e con i rettori delle quattro università siciliane, Giuseppe Silvestri (Palermo), Antonino Recca (Catania), Francesco Tomasello (Messina) e Salvo Andò (Enna). L’accordo quadro consentirà l’avvio dei primi interventi infrastrutturali finalizzati alla realizzazione del Politecnico del Mediterraneo. La struttura, che darà il via alle attività didattiche entro l’anno accademico 2008-2009, rappresenta il polo d’eccellenza della formazione universitaria e della ricerca scientifica e tecnologica in ambito euro-mediterraneo. I promotori dell’iniziativa prevedono già 2500 iscritti provenienti dall’Italia e dai Paesi dell’area mediterranea. I corsi di laurea specialistici, i dottorati e i master dedicati al Politecnico riguardano Ingegneria, Architettura, Scienze Agrarie, Scienze Biologiche, Scienze della Terra e Scienze del Turismo. Ma anche le materie socio-economiche, socio-giuridiche, le biotecnologie, quelle relative alle relazioni internazionali e alle tecniche dell’informazione. «Oggi – ha affermato il presidente della Regione Salvatore Cuffaro – è il primo passo di un grande progetto, complessivamente di 50 milioni di euro, che rilancia la Sicilia nel cuore del Mediterraneo. Siamo particolarmente soddisfatti perché si tratta di un risultato storico, di cui si parla da oltre settanta anni». Il primo passo prevede varie tipologie di interventi per la costruzione di infrastrutture, l’acquisto di attrezzature e la realizzazione di servizi in rete con i fondi del Programma operativo regionale 2000-2006 per circa sei milioni e mezzo di euro destinati dal Dipartimento Pubblica Istruzione della Regione Sicilia ai quattro poli universitari siciliani. «Il Politecnico – ha osservato l’assessore regionale ai Beni culturali e Pubblica Istruzione Lino Leanza – diventa così il ponte per dialogare con i Paesi del Mediterraneo». Mentre per il Rettore dell’Università di Palermo, professor Giuseppe Silvestri, è una giornata storica: «Il progetto di realizzare un Politecnico del Mediterraneo risale agli anni ‘30 – ha ricordato – ma allora mancava la volontà politica adesso le cose sono cambiate. Speriamo infatti che con l’intervento della Regione riusciamo ad ottenere i fondi europei necessari per completare l’opera».

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy