• Google+
  • Commenta
3 luglio 2007

Fumo, alcol e droga: occhio alle impronte

A chi non è mai capitato di vedere una scena di un film, dove poco prima di sbatterti in cella e averti scattato delle foto segnaletiche, ti
A chi non è mai capitato di vedere una scena di un film, dove poco prima di sbatterti in cella e averti scattato delle foto segnaletiche, ti costringono anche a lasciare su un pezzo di carta le tue impronte, con tutti i polpastrelli neri d’inchiostro? Ebbene, a proposito proprio del rilascio delle impronte, una ricerca degli scienziati della “University of East Anglia” di Norwich e del “King’s College” di Londra ha portato a risultati sorprendenti. Difatti, secondo i ricercatori britannici, è possibile sapere, a partire dalle impronte di un individuo, se questi è un fumatore, un bevitore o, magari, un consumatore di droghe. Basta procedere alla rilevazione dei metaboliti, prodotti a seguito della trasformazione delle sostanze ingerite, che, essendo presenti nel sudore, sarà poi facile ritrovare anche sui polpastrelli delle dita. Come dire: occhio alle impronte!

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy